Covid ultime 24h
casi +13.114
deceduti +246
tamponi +170.633
terapie intensive +58

“Sto andando a suicidarmi”: la telefonata choc in diretta radio

Di Maria Elena Gottarelli
Pubblicato il 16 Mag. 2019 alle 19:04
0
Immagine di copertina
Tenta il suicidio in diretta su Radio Globo

Suicidio diretta radio | Una tragedia evitata grazie a una telefonata in diretta radio e alla prontezza degli speakers e delle Forze dell’Ordine. È il Morning Show su Radio Globo, e passa la voce di Roberto. Ma la conversazione non è quella che ci si aspetta:

“Ho scelto di farla finita con questa vita. Mi trovo in una situazione che non posso più affrontare quindi la decisione è questa. Non sto scherzando. Ho chiamato per salutare tutti. Sono in macchina, in viaggio per la destinazione in cui ho deciso di morire”.

“Aiutatemi a scegliere: vivere o morire?”, chiede su Instagram. Poi si suicida

Momento di gelo. Roberto racconta poi di non farcela più, di essere soffocato dai debiti, di avere problemi in famiglia, di non reggere più la pressione e di volersi suicidare:

“Sono su via Mattia Battistini – dice- ho preso la mia decisione. Ho una situazione economica difficile, non sono stato pagato, ho 2.500 euro di debiti non so come fare per tutelare la mia famiglia. Ho una bambina con disabilità, sono disperato”, continua l’uomo, mentre gli speakers cercano di temporeggiare e di mettersi in contatto con la polizia.

Tenta il suicidio a 10 anni: “Mamma vado a prendere il quaderno”, e si lancia nel vuoto

Messaggio politico elettorale. Committente: Tobia Zevi

“Troveremo una soluzione- dicono – pensa alla tua famiglia. È stato grazie alla prontezza di Radio Globo e delle Forze dell’Ordine che Roberto è stato identificato e raggiunto prima dal conduttore del programma Federico De La Vallée, e poi da una pattuglia di polizia in borghese.

Giunti sul posto, i poliziotti hanno chiamato un’ambulanza e condotto Roberto in Commissariato. Adesso l’uomo è fuori pericolo e la sua storia è stata raccontata nel corso di tutta l’emissione.

“Ho portato in grembo mio figlio morto per 16 giorni perché in ospedale non c’erano medici per il raschiamento”

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.