Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 06:18
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

“Mi ha fatto una battuta sul basket, poi ha iniziato a sparare”: una poliziotta racconta la sparatoria di Trieste

Immagine di copertina
Foto da archivio Ansa. Credit: ANSA / Andrea Pierini

Una poliziotta di Trieste ha raccontato al Corriere della Sera i terribili attimi della sparatoria avvenuta ieri, venerdì 4 ottobre, negli uffici della Questura, in cui hanno perso la vita due giovani agenti.

A perdere la vita Pierluigi Rotta, 34enne agente scelto di Pozzuoli, in provincia di Napoli, e Matteo Demenego, 30 anni, agente scelto di Velletri, in provincia di Roma.

I due agenti sono stati uccisi da Alejandro Augusto Stephan Meran, 29enne originario della Repubblica Dominicana affetto da disturbi psichici. L’uomo era stato arrestato per il furto di uno scooter e, una volta giunto in Questura, è riuscito a sottrarre la pistola a un agente, prima di iniziare a sparare.

“Non avevano il correggiolo, nessuno dei due”, racconta la poliziotta parlando dei due colleghi uccisi. La donna fornisce la sua ricostruzione dell’accaduto, a partire dal momento in cui Meran arriva in Questura, accompagnato dal fratello maggiore che lo ha convinto ad autodenunciarsi. Uno dei due agenti aspetta con i due fratelli in auto.

“Io e il collega ridiamo perché quello che poi ha sparato mi aveva fatto una battuta sul fatto di fare basket, perché era bassino come me”, ricorda la poliziotta.

Di seguito la sua ricostruzione dei momenti successivi. “Loro entrano in Questura. Io entro e, come apro il portone, sento un colpo sordo, attutito però dal rumore di questo portone massiccio di legno”. “La piantona mi guarda e non dice niente. Vedo un collega dell’ufficio armi che scende dalle scale e grida: ‘Dove sono?’. E io: ‘Sono dentro l’ufficio Volanti’. Il collega mi dice: ‘Si sono sparati'”.

“Vado con lui, lui corre: io non lo vedo perché c’è un piccolo angolo. Mi fa: ‘Corri corri’. Uno dei due aveva una pistola in mano e ha cominciato a sparare dappertutto, c’erano vetri e calcinacci dappertutto: io sono scappata via, lui è uscito c’è stato un conflitto a fuoco. Un collega nell’atrio gli ha sparato. Nonostante sia stato colpito, questo a ha continuato ed è uscito. Fuori dalla Questura ha incontrato una Panda della Mobile e ha sparato ad altezza uomo”.

Sparatoria di Trieste: la ricostruzione completa

Sparatoria a Trieste, il sindaco Dipiazza a TPI: “I poliziotti non sono più sicuri in Italia, siamo in guerra”

Chi sono i due poliziotti uccisi nella sparatoria di Trieste

Chi è Alejandro Augusto Stephan Meran, l’uomo che ha ucciso i due poliziotti

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Regno Unito, Johnson: “Morti e ricoveri a minimi da luglio”
Cronaca / Somministrate 24.3 milioni di dosi
Cronaca / Latina, due giovani di 17 e 20 anni massacrano di botte un passante per “sfogarsi”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Regno Unito, Johnson: “Morti e ricoveri a minimi da luglio”
Cronaca / Somministrate 24.3 milioni di dosi
Cronaca / Latina, due giovani di 17 e 20 anni massacrano di botte un passante per “sfogarsi”
Cronaca / Ventimiglia, migrante aggredito in strada con spranghe e bastoni | VIDEO
Cronaca / Resse e assembramenti per le scarpe della Lidl: supermercato di Milano preso d’assalto
Cronaca / Covid, 5.080 casi e 198 morti nell'ultimo giorno
Cronaca / Torino, transgender aggredita per strada mentre passeggia con il suo fidanzato
Cronaca / Sileri: “Addio mascherine quando avremo 30 milioni di italiani vaccinati”
Cronaca / Cina, si apre il ponte di vetro: turista rimane aggrappato a 100 metri di altezza
Cronaca / Report: "Berlusconi sapeva che Renzi avrebbe fatto cadere il governo Letta"