Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:45
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Scuola e Green Pass: fioccano le richieste di congedo e aspettativa per docenti e personale Ata

Immagine di copertina

In Italia nove su dieci appartenenti al mondo dell’istruzione hanno ricevuto la prima somministrazione di vaccino anti-Covid o la dose unica. Nonostante solo meno del 10% di docenti e Ata non si sia vaccinato, il rientro a scuola non può lasciare del tutto sereni.

La minoranza di non vaccinati costituisce comunque un potenziale problema in vista del rientro a scuola, a livello organizzativo. Non c’è ancora chiarezza su chi effettuerà i controlli al Green Pass. I dirigenti scolastici aspettano di sapere come e quando funzionerà la app che, controllando la certificazione verde dei lavoratori della scuola, potrà dare il via libera o meno all’ingresso del docente o del bidello a scuola: si tratta di un aspetto molto delicato visto che coloro che saranno sprovvisti di Green Pass verranno considerati assenti ingiustificati e, dal quinto giorno di assenza, sospesi dal servizio.

Ciò che preoccupa è l’ondata di congedi e permessi richiesti dal personale scolastico che potrebbero congelare il rientro a scuola o quantomeno renderlo molto più complicato di quanto inevitabilmente sarà tra distanziamento, mascherine e Green Pass, con conseguenti disservizi nel momento in cui anche gli studenti torneranno in classe.

Come detto, ci sarebbero già un gran numero di richieste di congedo e permesso in vista dei primi giorni di scuola, richieste avanzate da personale docente e non. L’allarme arriva dal Friuli Venezia Giulia, ma potrebbe estendersi nei prossimi giorni ad altre regioni. Se è vero che i non vaccinati sono pochi, sono comunque in un numero tale in grado di provocare disservizi.

“Sappiamo che molti docenti e personale ata, tra coloro che non hanno ancora il green pass, stanno prendendo informazioni per mettersi in aspettativa – spiega Teresa Tassan Viol, presidente dell’Associazione nazionale dei presidi del Friuli Venezia Giulia – o stanno chiedendo un congedo. Non si tratta dei no vax ma di coloro che aspettano di mettersi in regola con il green pass e non vogliono essere sospesi dal servizio. Ma la scuola dovrà sostituirli con dei supplenti e nelle prime settimane non sarà semplice”.

Il problema riguarda coloro che non hanno ancora il Green Pass e che non faranno in tempo ad averlo per il 1° settembre perché si sono mossi in ritardo, o perché ancora sono indecisi se vaccinarsi o no, oppure perché il certificato ancora non gli è arrivato.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Rovigo, fa il bagno a mezzanotte e scompare. Lo ritrovano vivo dopo nove ore
Cronaca / Nel Cuneese 50 mucche sono state uccise dal sorgo
Cronaca / Ambiente, il ghiaccio in Antartide è al valore più basso di sempre: 7% sotto la media
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Rovigo, fa il bagno a mezzanotte e scompare. Lo ritrovano vivo dopo nove ore
Cronaca / Nel Cuneese 50 mucche sono state uccise dal sorgo
Cronaca / Ambiente, il ghiaccio in Antartide è al valore più basso di sempre: 7% sotto la media
Cronaca / Roma, respinge le avance dell’amico: 20enne massacrata di botte e lasciata a terra priva di sensi
Cronaca / Ancona, ragazzo viene travolto e ucciso da un’autocisterna alla fermata del bus
Cronaca / 27enne si suicida in carcere. L’ultima lettera al fidanzato: “Perdonami amore mio, sii forte, ti amo e scusami”
Cronaca / “Alessia Pifferi non è un mostro, piange tutto il giorno”: parla Sara Ben Salha
Cronaca / Femminicidio nel torinese: anziano uccide moglie a bastonate
Cronaca / Chiede di spostare l’auto per uscire dal parcheggio: 55enne picchiato violentemente da 5 giovani
Cronaca / Aumento dei costi, emergenza cinghiali e siccità: la sopravvivenza dell’agricoltura è sempre più a rischio