Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Ravanusa, indagati i vertici dell’Italgas per l’esplosione dell’11 dicembre

Immagine di copertina
Credit: Twitter

Ravanusa, indagati i vertici Italgas per l’esplosione dell’11 dicembre

I vertici regionali e nazionali di Italgas sono stati iscritti al registro degli indagati per la tragedia di Ravanusa, dove quattro palazzine sono state rase al suolo da un’esplosione, uccidendo nove persone, tra cui una donna al nono mese di gravidanza. Sono stati dieci gli avvisi di garanzia notificati dai carabinieri per disastro colposo e omicidio colposo plurimo, nell’ambito dell’indagine sui crolli avvenuti l’11 dicembre scorso.

Secondo il procuratore capo di Agrigento, Luigi Patronaggio, si tratta di un atto dovuto per eseguire un accertamento irripetibile martedì prossimo nel luogo della tragedia, come confermato da Italgas. “La società, nel prendere atto di tali provvedimenti, conferma la massima collaborazione nel corso delle prossime attività a supporto agli inquirenti, come ha fatto fin dall’inizio”, ha detto in una nota Italgas Reti.

Il 4 gennaio, prenderanno il via gli scavi sotto i resti dei palazzi crollati a via Trilussa per valutare le condizioni della rete di metano e verificare se eventuali malfunzionamenti siano da attribuire alla mancata manutenzione.

La tragedia che era stata preceduta da numerose segnalazioni nell’ultimo anno: già nove mesi fa diversi residenti di edifici situati a poche decine di metri dalla zona dello scoppio avevano riportato alle autorità un forte odore di gas.

Nel 2014 stessa Italgas, all’epoca commissariata, era stata sottoposta a un procedimento di prevenzione in cui era emerso situazioni di rischio “gravi” nell’area di Agrigento. Situazioni che, ha specificato l’azienda, “sono state sanate laddove necessario” e non riguardavano la rete di Ravanusa.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 228.179 casi e 434 morti: tasso di positività al 15,4%
Cronaca / Lo studio: “Se tutti gli italiani si fossero vaccinati ci sarebbero stati 1.200 morti in meno”
Cronaca / Sassari, iniettata aria al posto dei vaccini: paura per 20 pazienti
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 228.179 casi e 434 morti: tasso di positività al 15,4%
Cronaca / Lo studio: “Se tutti gli italiani si fossero vaccinati ci sarebbero stati 1.200 morti in meno”
Cronaca / Sassari, iniettata aria al posto dei vaccini: paura per 20 pazienti
Cronaca / Stretto di Messina, i no pass restano ancora bloccati (e spuntano gli scafisti)
Cronaca / Studentessa Usa denuncia stupro a Roma: “Bloccata per ore in un letto”
Cronaca / Beppe Grillo indagato a Milano per traffico di influenze illecite: nel mirino i contratti pubblicitari con la Moby
Cronaca / Francesca Amadori licenziata per le assenze ingiustificate: “Non lavorava da inizio dicembre”
Cronaca / Green pass, dalle tabaccherie alle librerie: dove è obbligatorio e dove no
Cronaca / Covid, oggi 83.403 casi e 287 morti: tasso di positività al 15,4%
Cronaca / Cani Violenti, un podcast di Piano P che racconta risse, pestaggi, incontri clandestini e lo spazio della ferocia nella provincia italiana