Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 11:08
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Obbligo vaccinale, chi è a favore e chi contro tra i partiti al Governo

Immagine di copertina

Obbligo vaccinale, chi è a favore e chi contro tra i partiti al Governo

L’obbligo vaccinale potrebbe creare una spaccatura tra i partiti che sostengono il governo, dopo che ieri Mario Draghi si è detto a favore della sua introduzione.

Sia Movimento 5 Stelle (M5S) che Lega, la maggioranza che sosteneva il primo governo Conte in questa stessa legislatura, sono infatti contrari da tempo all’imposizione di un obbligo per la vaccinazione.

“Sono per la non obbligatorietà del vaccino”, ha dichiarato negli scorsi giorni lo stesso Giuseppe Conte, nuovo leader del M5S, ricordando che la popolazione ha finora risposto positivamente all’invito a vaccinarsi. “Credo che la responsabilità degli italiani ci sia stata”. All’interno del Movimento, si è detto favorevole il ministro per i Rapporti con il parlamento, Federico D’Incà, nel caso non sia raggiunto l’obiettivo di vaccinare una quantità sufficiente di persone per arrivare all’immunità di gregge, e il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, che esclude possa essere imposto sugli studenti.

Di diverso tenore la posizione della Lega, che ieri ha ribadito la propria contrarietà all’imposizione di qualsiasi obbligo sui vaccini. “La Lega era e rimane contro obblighi, multe e discriminazioni, ricordando che in nessun Paese europeo esiste l’obbligo vaccinale per la popolazione”, hanno dichiarato ad Adnkronos fonti della Lega, dopo la conferenza stampa di ieri, in cui il presidente del Consiglio si è detto a favore sia dell’obbligo vaccinale che della terza dose, oltre che dell’estensione del green pass per i lavoratori. “Insistiamo invece, e porteremo la proposta al voto anche in parlamento, perché lo Stato garantisca tamponi gratuiti, salivari e rapidi, per tutti coloro che ne abbiano necessità”, la posizione del partito guidato da Matteo Salvini.

Forza Italia è invece a favore dell’obbligo così come Italia Viva è, a partire dal suo leader Matteo Renzi, che si è espresso più volte sull’obbligo vaccinale, dicendo anche di essere d’accordo con l’estensione dell’obbligo del green pass per i lavoratori.

A favore dell’estensione anche il Partito democratico, che la preferisce all’imposizione dell’obbligo vaccinale. “Certo l’obbligo vaccinale è una ipotesi sul tavolo, ma senza forzare è meglio, quindi estendiamo il green pass”, ha spiegato Enrico Borghi del Pd.

“Sono molto d’accordo con la linea che sta portando avanti Draghi, che è una linea di sicurezza, che è la condizione per la libertà. Va bene per noi andare avanti ed estendere l’obbligo vaccinale e il green pass”, ha detto il segretario del Partito democratico Enrico Letta, che negli scorsi giorni aveva attaccato duramente la Lega per essersi schierata contro la conversione del decreto sul green pass nel voto in commissione Affari sociali alla Camera. “Per noi è la condizione essenziale per poter andare avanti. Ecco perché nella maggioranza di governo chi è contro il green pass è contro la libertà e contro la sicurezza”, ha aggiunto.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / 3.797 nuovi casi e 52 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,4%
Cronaca / Trovato morto Giacomo Sartori, il 29enne scomparso una settimana fa a Milano
Cronaca / A chi esulta per Dell’Utri do una notizia: non è stato assolto dalle condanne precedenti
Ti potrebbe interessare
Cronaca / 3.797 nuovi casi e 52 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,4%
Cronaca / Trovato morto Giacomo Sartori, il 29enne scomparso una settimana fa a Milano
Cronaca / A chi esulta per Dell’Utri do una notizia: non è stato assolto dalle condanne precedenti
Cronaca / Rilasciato l’ex presidente catalano Puigdemont: era stato arrestato in Sardegna
Cronaca / È arrivato il numero 2 del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / 4.061 nuovi casi e 63 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,3%
Cronaca / Draghi all’assemblea di Confindustria: “Il green pass è strumento di libertà, no a nuove tasse”
Cronaca / DIG Festival 2021: il giornalismo investigativo a Modena dal 30 settembre al 3 ottobre
Cronaca / Milano, 30enne scomparso da 5 giorni: sparito dopo il furto del suo zaino
Cronaca / 3.970 nuovi casi e 67 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,3%