Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 00:24
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

In arrivo il primo Dpcm di Draghi: tutte le regole in vigore fino a Pasqua

Immagine di copertina

Il governo guidato da Mario Draghi si appresta a definire tra oggi, lunedì 1 marzo, e domani il nuovo Dpcm con le regole anti-Covid, che dovrebbe restare in vigore anche per Pasqua e Pasquetta, precisamente fino al 6 aprile (qui le ultime notizie sul Covid in Italia e nel mondo). Nei giorni scorsi sono circolate bozze e indiscrezioni sulle nuove restrizioni, ma ecco una guida in punti per ricapitolare cosa si potrà fare e cosa no con l’entrata in vigore del primo Dpcm del governo Draghi.

Visite in abitazioni private

Il nuovo Dpcm aprirà alla possibilità di visite di persone non conviventi nelle abitazioni private, ma solo in zona gialla. Viene infatti cancellata la regola introdotta nel precedente documento, che stabiliva che “con riguardo alle abitazioni private, è fortemente raccomandato di non ricevere persone diverse dai conviventi, salvo che per esigenze lavorative o situazioni di necessità e urgenza”.

Ad essere consentita, in zona gialla, è dunque la visita in una sola abitazioneuna volta al giorno, fra le 5 del mattino e le 22 di due persone più i figli minori di 14 anni. Restano comunque “vietate le feste nei luoghi al chiuso e all’aperto, ivi comprese quelle conseguenti alle cerimonie civili e religiose”.

Scuola

Sulla scuola, il Comitato tecnico scientifico (Cts) ha espresso un parere secondo il quale, a causa dell’aumento dei contagi tra i giovani e del rischio sulle varianti, tutti gli istituti scolastici dovrebbero restare chiusi nelle zone rosse e anche nelle altre fasce di rischio nel caso in cui l’incidenza sia superiore a 250 casi ogni 100mila abitanti.

Negli altri casi, la scuola resta in presenza come già stabilito dai provvedimenti in vigore: in presenza per gli alunni dell’infanzia, delle elementari e delle medie mentre per quelli delle superiori è pervista la didattica è in presenza almeno al 50 per cento e fino ad un massimo del 75 per cento.

Viaggi e spostamenti

Il divieto di spostamenti tra le Regioni, la cui scadenza è prevista il 27 marzo, verrà probabilmente prorogato con decreto fino al 6 aprile, data di scadenza del nuovo Dpcm. Per questo i viaggi inter-regionali continueranno a essere vietati. Fanno eccezione, come in passato, il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione e gli spostamenti motivati da esigenze lavorative, ragioni di salute o situazioni di necessità.

Per quanto riguarda le seconde case, è consentito raggiungerle in zona gialla o arancione (anche se si trovano fuori regione) ma solo al nucleo familiare e soltanto se la casa è disabitata. Non è possibile invece raggiungerle, a meno di motivi necessari e urgenti, se le seconde case si trovano in zone rosse o arancione scuro.

Negozi, palestre, piscine

Una novità viene introdotta per barbieri e parrucchieri, che dovranno restare chiusi in zona rossa. Sempre in zona rossa i negozi saranno chiusi, e saranno garantiti solo gli esercizi commerciali di prodotti essenziali (farmacie, alimentari, ferramenta). I negozi resteranno invece aperti in zona gialla e arancione, anche se nei weekend continueranno a essere chiusi i centri commerciali.

Restano ancora chiuse piscine e palestre e rimane il divieto degli gli sport di contatto e di squadra. Consentita invece l’attività motoria individuale all’aperto come la camminata, la bici e la corsa. Agli agonisti è consentito allenarsi.

Bar e ristoranti: le misure nel nuovo Dpcm

Per quanto riguarda bar e ristoranti, questi resteranno aperti in zona gialla, ma solo di giorno. La sera sarà possibile solo l’asporto (fino alle 22) o le consegne a domicilio (a qualsiasi ora). Saranno chiusi invece in zona arancione e rossa.

In Sardegna, che da oggi è zona bianca, un’ordinanza del governatore Christian Solinas prevede che i ristoranti potranno restare aperti fino alle 23, mentre bar, pub, caffetterie e simili fino alle 21. Il coprifuoco viene solo parzialmente allentato: non si potrà circolare fra le 23.30 e le 5 del mattino successivo, salvo le eccezioni previste per le zone gialle.

Cinema, teatri e musei

Il nuovo Dpcm prevede nuove riaperture a partire dal 27 marzo. Da quella data, cinema e teatri potranno riaprire in zona gialla. Saranno consentiti spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, da concerto, cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto, purché nel rispetto di specifici protocolli. Ad esempio, i posti a sedere saranno preassegnati e dovrà essere garantito il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per il personale, sia per gli spettatori non conviventi.

Novità in arrivo anche per i musei, finora aperti in zona gialla ma solo nei giorni infrasettimanali. Dal 27 potranno i luoghi della cultura potranno restare aperti anche nel weekend, a condizione che l’ingresso sia stato prenotato on line o telefonicamente con almeno un giorno di anticipo.

Leggi anche: 1. Vaccini, il governo punta a raggiungere le 600mila dosi somministrate al giorno. Il piano con la Protezione Civile /2. Il Cts: oltre una soglia di contagi, scuole tutte chiuse. In zona rossa verso la chiusura anche di elementari e medie /3. Vaccini, Magrini (Aifa): “Sputnik? Ottimo, ma prima servono i dati” /4. Massa, 91enne cede il suo vaccino anti-Covid alla madre di un disabile: “Prima voi”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL COVID IN ITALIA E NEL MONDO

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Morto suicida il medico Giuseppe De Donno: tra i promotori della cura al plasma contro il Covid
Cronaca / "Non chiamateci no vax": un giorno a Roma insieme ai manifestanti contro il Green Pass
Cronaca / Scuola, in arrivo il piano per il rientro in presenza. Sindacati: "Fuorviante parlare di obbligo vaccinale"
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Morto suicida il medico Giuseppe De Donno: tra i promotori della cura al plasma contro il Covid
Cronaca / "Non chiamateci no vax": un giorno a Roma insieme ai manifestanti contro il Green Pass
Cronaca / Scuola, in arrivo il piano per il rientro in presenza. Sindacati: "Fuorviante parlare di obbligo vaccinale"
Cronaca / Alluvioni e frane nel Comasco: torrenti di fango lasciano isolati gli abitanti | VIDEO
Cronaca / Bologna, picchia la compagna incinta in hotel: era lì per partecipare a un talent show
Cronaca / 24 morti e 4.522 casi nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,9%
Cronaca / “A Voghera non è morto nessuno, era un rifiuto umano”: il post shock di un consigliere comunale toscano
Cronaca / Pregliasco: “L’estate? La vedo male, a breve 10mila contagi al giorno”
Costume / TPI Fest! Una voce libera e senza padroni (Sabaudia, 30 – 31 luglio 2021)
Cronaca / No Green Pass, nuova manifestazione a Roma: insulti e fischi contro Draghi e Burioni