Covid ultime 24h
casi +14.078
deceduti +521
tamponi +267.567
terapie intensive -43

Nuovo Dpcm 3 dicembre: cosa si può fare a Capodanno

Di Antonio Scali
Pubblicato il 3 Dic. 2020 alle 15:23 Aggiornato il 3 Dic. 2020 alle 15:58
11
Immagine di copertina

Nuovo Dpcm 3 dicembre: cosa si può fare a Capodanno

Sarà un Capodanno diverso dal solito quello che vivremo a causa delle imposizioni rese necessarie dal Covid. Non ci saranno i consueti festeggiamenti ai quali siamo abituati, per evitare una terza ondata di contagi. Il Governo, con il nuovo Dpcm del 3 dicembre 2020, ha varato misure restrittive, molte delle quali riguardano proprio il Capodanno. Cosa si potrà fare e cosa no il 31 dicembre e il 1 gennaio? Ecco tutte le misure.

Tutto quello che c’è da sapere sul nuovo Dpcm

Coprifuoco fino alle 7 di mattina

La novità principale è rappresentata dal coprifuoco “rafforzato” in vigore a Capodanno. L’ultimo dell’anno il divieto di uscire arriverà fino alle 7 del mattino, e non fino alle 5 come negli altri giorni. “Dalle ore 22 alle ore 5 del giorno successivo, nonché dalle ore 22 del 31 dicembre 2020 alle ore 7 del 1 gennaio 2021 sono consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute”.

Spostamenti vietati tra Regioni e divieto di uscire dal proprio comune a Natale e Capodanno

Tra le principali misure del Dpcm del 3 dicembre quelle che riguardano il divieto di spostamenti, anche tra Regioni in fascia gialla. Vietati i viaggi tra regioni dal 21 dicembre al 6 gennaio, così come quelli tra Comuni nelle giornate del 25 e 26 dicembre e 1 gennaio e lo stop a recarsi nelle seconde case. Il giorno di Capodanno, dunque, non ci si potrà spostare al di fuori del proprio Comune.

Nel dettaglio, restano consentiti gli spostamenti solo per comprovate esigenze di lavoro, necessità o salute. È consentito il rientro alla residenza, domicilio o abitazione, escluse le seconde case in altra Regione o Provincia autonoma e, nelle giornate del 25 e 26 dicembre e del 1° gennaio, “anche ubicate in altro Comune, ai quali si applicano i predetti divieti”. Deroghe, invece, saranno previste per i minori che hanno genitori in Regioni diverse e per chi deve “assistere” un genitore solo, ad esempio per chi ha diritto alla legge 104.

Nel decreto viene rimarcata la forte raccomandazione in casa, “di non ricevere persone diverse dai conviventi” e “l’uso dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie”, ossia le mascherine, “anche all’interno delle abitazioni private in presenza di persone non conviventi. Il Dpcm del 3 dicembre dunque non fissa un numero preciso di persone che possiamo invitare a Capodanno per festeggiare l’arrivo del 2021, ma comunque viene ribadita la raccomandazione a non ricevere persone non conviventi a casa. Resterà anche il coprifuoco fissato alle 22 sia il 24 che il 31 dicembre. Nella notte di Capodanno, ricordiamo, il coprifuoco è esteso fino alle 7 di mattina.

Ristoranti aperti a pranzo a Capodanno

Sarà possibile andare a pranzo fuori a Natale, il 26 dicembre, a Capodanno e il giorno dell’Epifania. Il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi. Prima di Natale tutta l’Italia diventerà zona gialla, quindi ristoranti e bar potranno essere aperti fino alle 18. Con il nuovo Dpcm del 3 dicembre, resta consentita la ristorazione con consegna a domicilio, nonché fino alle ore 22 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.

Impianti sciistici

Gli impianti di risalita restano chiusi per il rischio assembramenti. Si potrà tornare a sciare dal 7 gennaio. “Sono chiusi gli impianti nei comprensori sciistici; gli stessi possono essere utilizzati solo da parte di atleti professionisti e non professionisti, riconosciuti di interesse nazionale…per permettere la preparazione finalizzata allo svolgimento di competizioni sportive nazionali e internazionali o lo svolgimento di tali competizioni. Dal 7 gennaio 2021, gli impianti sono aperti, agli sciatori amatoriali” con l’adozione delle linee guida di Regioni e Province autonome validate dal Cts.

Nuovo Dpcm 3 dicembre: negozi aperti fino alle 21

“Fino al 6 gennaio 2021, l’esercizio delle attività commerciali al dettaglio è consentito fino alle ore 21 – riporta la bozza del nuovo Dpcm – Nelle giornate festive e prefestive sono chiusi gli esercizi commerciali presenti all’interno dei mercati e dei centri commerciali, gallerie commerciali, parchi commerciali, aggregazioni di esercizi commerciali ed altre strutture ad essi assimilabili, a eccezione delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, di prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi ed edicole”.

Chiusi i ristoranti degli alberghi a Capodanno: cena solo in camera

Cena di fine anno in camera per chi deciderà di passare il 31 notte in albergo. Secondo la bozza del nuovo Dpcm, infatti, “resta consentita senza limiti di orario la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti, che siano ivi alloggiati; dalle ore 18 del 31 dicembre 2020 e fino alle ore 7 del 1° gennaio 2020, la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive è consentita solo con servizio in camera”.

Possibili chiusure di strade e piazze: le altre misure

Chiusura di piazze e strade, anche per l’intera giornata, per evitare assembramenti durante le giornate di shopping natalizio. “Può essere disposta per tutta la giornata o in determinate fasce orarie la chiusura al pubblico” di quelle “strade o piazze nei centri urbani, dove si possono creare situazioni di assembramento, fatta salva la possibilità di accesso e deflusso, agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private”, riporta la bozza del Dpcm. Inoltre restano chiuse discoteche, palestre, piscine, centri benessere, cinema, teatri e musei. Riaprono le biblioteche. Crociere sospese fino al 6 gennaio.

Leggi anche: 1. A Natale e Capodanno non si potrà uscire dal proprio Comune, nessuna deroga per i ricongiungimenti: le regole in arrivo / 2. Covid, Speranza presenta al Parlamento il piano vaccini del governo: “Sarà gratuito per tutti gli italiani” / 3. Vaccino Covid, 202 milioni di dosi in arrivo per l’Italia nel primo trimestre 2021

4. Regno Unito, approvato vaccino Pfizer-BioNtech, sarà disponibile in tutto il Paese dalla prossima settimana / 5. Crisanti: “Si parla di sci con 600 morti al giorno. Non siamo un paese normale” / 6. Il matrimonio si trasforma in un incubo a causa del Covid: contagiati 21 invitati su 34. ”È la dimostrazione di quanto sia pericolosa la convivialità in questo periodo”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

11
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.