Covid ultime 24h
casi +26.323
deceduti +686
tamponi +225.940
terapie intensive -20

Salerno, neonato trovato morto in una siepe con una ferita alla testa

Fermati i genitori del piccolo, di 47 e 42 anni

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 3 Set. 2020 alle 08:15 Aggiornato il 3 Set. 2020 alle 10:20
202
Immagine di copertina
Il luogo, in strada a Roccapiemonte (Salerno), dove un neonato è stato trovato morto, 2 settembre 2020. Il corpicino è stato notato in un'aiuola di via Roma da un residente che ha dato l'allarme. I carabinieri della locale stazione e i colleghi della compagnia di Mercato San Severino sono intervenuti insieme alla polizia municipale. ANSA/ CARABINIERI

Roccapiemonte (Salerno), neonato trovato morto in una siepe

Il cadavere di un neonato è stato ritrovato, intorno alle 19 di mercoledì 2 settembre, in via Roma a Roccapiemonte (Salerno). A scorgere il corpicino, al di sotto di una siepe, un uomo residente nella zona che ha allertato le forze dell’ordine. Sono stati fermati il padre e madre del piccolo, di 47 e 42 anni. Sul posto, oltre al sindaco Carmine Pagano, i vigili urbani e i carabinieri della compagnia di Mercato San Severino che, coordinati dal pm della procura di Nocera Inferiore, hanno avviato le indagini.

Sarà un primo esame esterno da parte del medico legale a dare un quadro più chiaro di cosa possa essere accaduto. Intanto, i militari dell’Arma hanno iniziato ad ascoltare le persone che risiedono nei pressi del luogo del ritrovamento e la Scientifica sta eseguendo i rilievi fotografici. Il neonato, secondo quanto si è appreso, presenterebbe una ferita alla testa e aveva ancora il cordone ombelicale attaccato.

“È una tragedia immane che ha scosso la nostra comunità”, ha dichiarato il sindaco di Roccapiemonte che, non appena ha appreso la notizia, si è recato sul posto. “Spero che questa storia possa risolversi presto, chiunque sia il colpevole resta una tragedia infinita”.

TPI Cronaca: ultime notizie, ultim’ora, foto e video

202
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.