Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Mimmo Lucano torna a Riace tra gli applausi: “Abbiamo costruito la capitale dell’umanità”

Immagine di copertina
Mimmo Lucano, sindaco sospeso di Riace, al comizio finale nella cittadina calabrese il 24 maggio 2019. Credit: ANSA/MARCO COSTANTINO

Il sindaco sospeso è stato rinviato a giudizio con l'accusa di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina

Mimmo Lucano torna a Riace accolto dalla folla e dagli applausi dei suoi concittadini.

Il sindaco, sospeso dall’incarico per le sue vicende giudiziarie, è tornato nella cittadina della Locride su autorizzazione del Tribunale di Locri, per tenere il comizio finale della campagna elettorale per le elezioni amministrative del 26 maggio.

Lucano è candidato come consigliere comunale a sostegno della candidata sindaco della lista “Il cielo sopra Riace”, Maria Spanò, presente al suo fianco ieri a Riace.

Mimmo Lucano comizio Riace

“Il mio ruolo cambierà”, promette Lucano. “Non ho intenzione di interferire con l’amministrazione e non voglio neanche un posto in Giunta. Quello che non cambierà mai è l’impegno politico, perché non saprei vivere in un altro modo”.

Il sindaco sospeso di Riace dice di aver rifiutato il seggio in Europa che gli era stato offerto “perché sarebbe stato un modo per ottenere una scappatoia e magari l’immunità” e, sottolinea, “la politica non si fa per fini personali”.

Il pensiero più importante lo vuole dedicare come sempre alla sua città, dopo i 15 anni in cui ha avuto un ruolo nell’amministrazione: “Lasciamo l’opera pubblica immateriale più importante della Calabria e che ci ha fatto conoscere nel mondo intero”, dice Lucano. “Abbiamo reso Riace capitale dell’umanità nel mondo”.

Mimmo Lucano non poteva rientrare a Riace dal 14 ottobre scorso, quando è stato sottoposto a divieto di dimora perché indagato con l’accusa di favoreggiamento di immigrazione clandestina.

Alcuni giorni fa, Lucano è stato riabilitato dalla Cassazione, secondo la quale non avrebbe favorito matrimoni di comodo tra cittadini del suo comune e migranti, né risultano frodi negli appalti della gestione dei rifiuti del Comune.

Il sindaco invece è stato rinviato a giudizio e si sta preparando alla prima udienza del processo a suo carico, in programma l’11 giugno.

Il 21 maggio il Tar ha affermato che il Comune di Riace è stato illegittimamente escluso dal ministero dell’Interno dal sistema Sprar, il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati.

> Ora qualcuno chieda scusa a Mimmo Lucano

Mimmo Lucano a TPI: “Riace dava fastidio, immigrazione non è un dramma sociale, io lotto ancora”

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Processo Ruby ter, Berlusconi assolto a Siena
Cronaca / Covid, oggi 3.794 casi e 36 morti: tasso di positività allo 0,7%
Cronaca / È arrivato il numero 6 del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Processo Ruby ter, Berlusconi assolto a Siena
Cronaca / Covid, oggi 3.794 casi e 36 morti: tasso di positività allo 0,7%
Cronaca / È arrivato il numero 6 del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Proteste no green pass: domani attese 20mila persone a Trieste. Genova, sgomberato presidio al porto
Cronaca / Brescia, 49enne uccide a martellate in strada la ex fidanzata. Poi chiama i Carabinieri
Cronaca / Tragedia sul lavoro a Bologna: operaio di 22 anni muore schiacciato da un camion
Cronaca / Covid, oggi 3.702 casi e 33 morti: tasso di positività allo 0,8%
Cronaca / Attacco hacker alla Siae: rubati i dati degli artisti e chiesto un riscatto di 3 milioni
Cronaca / Madre di due bambini muore per tumore al seno diagnosticato tardi: ginecologa a processo per omicidio
Cronaca / Obbligo vaccinale per personale medico, la sentenza del Consiglio di Stato: “È legittimo”