Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:08
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Milano, l’arcivescovo annuncia una preghiera contro la siccità: e subito inizia a piovere

Immagine di copertina

È bastato solo l’annuncio di voler fare una preghiera per la pioggia da parte dell’arcivescovo di Milano che in città ha iniziato a piovere. Quasi per magia, dopo le parole di monsignor Mario Delpini, nel capoluogo lombardo tra martedì e mercoledì ci sono stati un paio di veloci temporali che hanno dato ai milanesi un po’ di refrigerio dopo giorni di afa. Una preghiera contro la siccità per alleviare in particolare le sofferenze di agricoltori e allevatori, che rischiano di vedere compromessi i propri raccolti a causa dell’assenza prolungata di piogge.

In ogni caso la preghiera è stata confermata e fissata per sabato 25 giugno in tre diverse chiese di campagna. L’arcivescovo, insieme ai fedeli, invocherà ancora la pioggia, recitando il rosario e chiedendo a Dio e alla Madonna il “dono vitale” che aiuti le terre flagellate dalla mancanza d’acqua. Il prelato insiste che però poi se ne faccia “un uso saggio”. “Nel tempo della guerra, la preghiera. Nel tempo della pandemia, la preghiera. Nel tempo della siccità, la preghiera”, ha dichiarato l’arcivescovo. “Desidero percorrere le terre del riso e del grano, le terre dei fossi e dei campi per invocare la Madonna della Bassa perché la provvidenza di Dio venga in aiuto alla nostra debolezza”, spiega Delpini.

Il monsignore chiama dunque a raccolta i fedeli per questo sabato nelle tre chiese intorno a Milano, aperte a tutti coloro che vogliono condividere “l’invocazione per il bene dell’acqua”. Il problema della siccità in questa afosa estate, d’altronde, riguarda gran parte d’Italia, e infatti iniziative simili si stanno moltiplicando in varie zone del Paese. Ad esempio nella provincia di Piacenza, a Rivergaro, paese di 7mila abitanti nella bassa valle del Trebbia, il parroco don Valerio Picchioni dedica ogni mattina durante la messa un’invocazione affinché piova: “L’acqua è vita e ne abbiamo tutti bisogno”.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Aborto: ecco perché lo tsunami pro-life può travolgere anche l’Italia
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Palermo, ascensore precipita dal quinto piano: tre feriti gravi
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Aborto: ecco perché lo tsunami pro-life può travolgere anche l’Italia
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Palermo, ascensore precipita dal quinto piano: tre feriti gravi
Cronaca / Adinolfi contro il logo del Giubileo: “Ma è un Gay pride?”. La replica del Vaticano
Cronaca / Covid, nuovo picco di casi. Bassetti: “Rischio lockdown estivo”
Cronaca / Milano, l’eurodeputato Fidanza (FdI) indagato per corruzione
Cronaca / Carri armati diretti in Ucraina fermati sull’autostrada Salerno-Caserta: documenti non in regola
Cronaca / Roma, precipita dal quinto piano ma si rompe solo una gamba
Cronaca / Si sente male alla festa in piscina per i 18 anni dell’amico: morto un ragazzo
Cronaca / Vertice Nato a Madrid, Biden: “Più truppe in Italia e Germania”