Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:33
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Allarme siccità, governo verso lo stato d’emergenza. In arrivo il decreto

Immagine di copertina
Credit: ANSA/ UFFICIO STAMPA

Allarme siccità, governo verso lo stato d’emergenza. In arrivo il decreto

Uno stato di emergenza a livello nazionale per la siccità. È la richiesta che le regioni rivolgeranno al governo per far fronte alla crisi, che ha già spinto diversi comuni a ricorrere ad autobotti, razionamenti e misure restrittive. La questione siccità sarà in cima all’agenda della Conferenza stato-regioni di oggi e nella riunione di domani tra i governatori e la Protezione civile, con cui le regioni coordineranno la risposta.

La priorità sarà quella di privilegiare l’uso dell’acqua da parte di famiglie e aziende agricole e industriali, imponendo limitazioni a qualsiasi altro impiego, come l’irrigazione dei giardini o il riempimento di piscine o fontane, già vietati da alcuni comuni.

A causa delle alte temperature e dell’assenza di piogge, l’allarme scoppiato nelle scorse settimane lungo la valle del Po, dove le acque hanno raggiunto i livelli più bassi degli ultimi decenni, si sta rapidamente allargando al resto della penisola.

Dopo le richieste di Piemonte, Lombardia ed Emilia Romagna, anche il Lazio ha annunciato che nella regione sarà proclamato lo stato di calamità. Questo, secondo il presidente Nicola Zingaretti, “servirà ad adottare immediatamente le prime misure e a invitare i sindaci alle prime norme di contenimento”. “Ovviamente dobbiamo prepararci ad una situazione che sarà molto critica che dovrà basarsi sul risparmio idrico di tutte le attività a cominciare dai consumi familiari”, ha aggiunto.

Dalla Lega è arrivata anche la richiesta al governo di approvare “in settimana” un decreto specifico sulla siccità. “Lo chiedo formalmente al premier Mario Draghi”, ha detto ieri Matteo Salvini, che ha chiesto anche un provvedimento sul caro benzina. Il decreto, atteso per la fine di giugno, dovrebbe contenere le prime misure per contenere gli sprechi di acqua, come possibili limitazioni alla distribuzione notturna, già introdotta in alcuni comuni.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Aborto, lo tsunami pro-life può travolgere anche l’Italia
Cronaca / A Torino la prima laurea nel Metaverso: Edoardo all’esame dal vivo e con l’avatar
Cronaca / Iscritta all’università da 18 anni senza laurearsi, il giudice: “Stop ai soldi del padre”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Aborto, lo tsunami pro-life può travolgere anche l’Italia
Cronaca / A Torino la prima laurea nel Metaverso: Edoardo all’esame dal vivo e con l’avatar
Cronaca / Iscritta all’università da 18 anni senza laurearsi, il giudice: “Stop ai soldi del padre”
Cronaca / Covid, aumentano i casi e i ricoveri. Speranza: “Mascherine raccomandate, in autunno vaccino per le varianti”
Cronaca / Bambina di cinque anni ascolta la voce di Gigi D’Alessio e si risveglia dal coma
Cronaca / Saldi estivi 2022: il calendario regione per regione. Date, inizio
Cronaca / Salva moglie e figli in mare ma ha un infarto: muore papà eroe
Cronaca / Venezia, si entra su prenotazione: da agosto la sperimentazione. Nel 2023 arriva il ticket
Cronaca / Paola Turci vittima di insulti omofobi dopo l’annuncio del matrimonio con Francesca Pascale
Cronaca / Pirlo beffato dall’oligarca russo a Forte dei Marmi: versa la caparra di mezzo milione ma niente villa