Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 10:00
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Milano, 28enne aggredito con l’acido da una donna 16 anni più grande conosciuta online

Immagine di copertina

Dalle prime ricostruzioni la 44enne, senza lavoro, avrebbe precedenti specifici per stalking

Milano, 28enne aggredito con l’acido da una donna 16 anni più grande conosciuta online

Un ragazzo di 28 anni è stato aggredito con l’acido da una donna di 44 anni conosciuta online, con cui aveva avuto una frequentazione. È accaduto a Milano, ieri mattina poco dopo le 11, in piazza Gae Aulenti, nel quartiere di Porta Nuova. La donna è stata rintracciata e fermata a Genova dai carabinieri mentre stava scappando.

I due si erano conosciuti attraverso un sito di incontri e si erano frequentati qualche volta. Poi lui aveva deciso di chiudere. La scelta ha provocato la reazione della donna, che ieri – pare dopo una colluttazione – gli ha lanciato in faccia un liquido fatto di acido e peperoncino facendo finire il ragazzo all’ospedale Fatebenefratelli in gravi condizioni.

L’uomo, con gravi ustioni alla guancia, al collo, alla spalla e alla mano sinistra (gli occhi sono ‘salvi’) è stato dimesso dall’ospedale.

I pm contestano alla donna lo stalking e anche un reato contemplato dall’entrata in vigore del cosiddetto ‘Codice Rosso‘ (art.583 quinquies) che condanna gli autori di lesioni personali che provocano la “la deformazione dell’aspetto della persona mediante lesioni permanenti al viso”.

Dalle prime ricostruzioni la 44enne, senza lavoro, avrebbe precedenti specifici per stalking. Sono in corso le analisi di laboratorio sul liquido gettato sul volto del 28enne.

La vicenda non ha nulla a che vedere con le aggressioni con l’acido per cui sono stati condannati Alexander Boetcher e Martina Levato, sottolineano gli inquirenti.

Leggi anche:

“Ha visto papà uccidere mamma con 33 coltellate e gettarla nel fiume”. Storia di Omar, orfano di femminicidio e abbandonato dallo Stato

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Stop alle mascherine all’aperto dai primi di luglio: in settimana il parere del Cts
Cronaca / Desirée Mariottini: condannati i 4 imputati, 2 ergastoli
Cronaca / Aggiornamento vaccini anti-Covid: quante dosi sono state consegnate e somministrate in Italia | 20 giugno 2021
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Stop alle mascherine all’aperto dai primi di luglio: in settimana il parere del Cts
Cronaca / Desirée Mariottini: condannati i 4 imputati, 2 ergastoli
Cronaca / Aggiornamento vaccini anti-Covid: quante dosi sono state consegnate e somministrate in Italia | 20 giugno 2021
Cronaca / Il Brasile supera il mezzo milione di morti
Cronaca / Sindacalista ucciso, la telefonata del camionista: “È successo un casino”
Cronaca / Covid, 1197 nuovi casi e 28 morti nell'ultimo giorno
Cronaca / Asia Argento: “Minacciata di morte dopo la lite con Giorgia Meloni, i fasci non li tocco più”
Cronaca / Ardea, la madre del killer ai genitori dei bambini uccisi: “Gesto folle, mi unisco al vostro dolore”
Cronaca / Via libera al richiamo con Astrazeneca per gli under 60 che rifiutano il mix
Cronaca / Omicidio a Milano, uccide il fratello a coltellate davanti alla madre