Covid ultime 24h
casi +21.273
deceduti +128
tamponi +182.032
terapie intensive +80

I migranti della Ocean Viking sbarcheranno a Pozzallo e saranno tenuti in quarantena

I 274 migranti a bordo della nave Ocean Viking saranno trattenuti in quarantena nell'hotspot della cittadina siciliana

Di Lara Tomasetta
Pubblicato il 23 Feb. 2020 alle 10:37 Aggiornato il 23 Feb. 2020 alle 10:38
1.3k
Immagine di copertina
Credit: MSF

Migranti, Ocean Viking sbarca a Pozzallo: persone in quarantena

“L’Ocean Viking sbarcherà nel porto di Pozzallo. Al fine di assicurare adeguate misure di prevenzione, i migranti saranno trattenuti in quarantena nell’hotspot della cittadina siciliana. Alle medesime finalità precauzionali, il personale della nave rimarrà isolato a bordo per tutto il periodo necessario”: lo ha reso noto il Viminale, segnalando che “le autorità competenti provvederanno agli accertamenti e alla sorveglianza sanitaria ritenuti indispensabili”.

Alla nave Ocean Viking con a bordo 274 migranti è stato assegnato come porto sicuro Pozzallo e attraccherà nella località siciliana alle 10. La nave delle ong Sos Mediterranée e Medici Senza Frontiere potrà così far sbarcare le persone a bordo.

Quasi quattrocento migranti sono stati recuperati nelle ultime 48 ore nel Mediterraneo centrale da navi delle Ong e sono adesso in attesa di un “Pos”, un porto sicuro, in cui sbarcare.

L’ultima operazione di salvataggio l’ha compiuta la nave Sea Watch 3 dell’omonima Ong tedesca, la quale ha raccolto una richiesta di soccorso da parte di Alarm Phone, il “centralino dei migranti”, che era stata inoltrata anche alle autorità marittime della Libia.

La Sea Watch 3 ha preso a bordo 121 persone, e tra loro 19 donne e 8 bambini, che erano su un gommone in precario galleggiamento, 30 miglia a nord della città libica di Zawiya. Poche ore prima, era stata la nave Ocean Viking, delle Ong Sos Mediterranee e Medici senza frontiere, a recuperare 92 persone, otto delle quali bambini, vicino a una piattaforma petrolifera a nord di Sabratha.

La stessa nave umanitaria, ieri aveva portato a termine altri due interventi di soccorso: il primo, con 84 persone su una barca in legno, era avvenuto 71 miglia a nord della Libia, in zona Sar di Malta; il secondo, ieri pomeriggio, ha permesso di salvare 98 persone.

La Ocean Viking era salpata dal porto francese di Marsiglia lo scorso 15 febbraio, la Sea Watch 3 invece era appena arrivata in zona Sar. Quasi tutti gli interventi sono partiti dalle segnalazioni giunte ad Alarm Phone.

Leggi anche:

Decreti sicurezza, Amnesty chiede al governo urgente modifica: “Generano instabilità e impediscono inclusione”

Superare il populismo penale dei decreti sicurezza: questa è la vera sfida per il ministro Lamorgese (di M. Reviglio)

Date sempre la colpa a Salvini, ma questo governo non abolisce il decreto sicurezza per paura di perdere le elezioni (di G. Cavalli)

1.3k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.