Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 12:44
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

“Messina Denaro è in Olanda”: scatta il blitz ma era un turista inglese

Immagine di copertina

Uno scambio di persona che ha creato imbarazzo a livello internazionale: è quanto accaduto all’Aia, nei Paesi Bassi, dove un turista inglese che era lì per il Gran Premio di Formula 1 è stato arrestato mentre si trovata in un ristorante perché la polizia locale, su indicazione della magistratura italiana, pensava fosse Matteo Messina Denaro, il più ricercato tra i latitanti italiani, considerato il capo attuale di Cosa Nostra, condannato a diversi ergastoli per strage, omicidio, devastazione, e associazione mafiosa, e latitante dal 1993.

Il blitz delle forze speciali olandesi è nato a Trento. Il procuratore Sandro Raimondi e la sua squadra di finanzieri della sezione di polizia giudiziaria erano sicuri di aver trovato la pista giusta per catturare l’ultimo grande latitante di Cosa nostra, il siciliano Matteo Messina Denaro, ricercato dal 1993. Agli olandesi era arrivata un’indicazione secca dall’Italia: la primula rossa di Cosa nostra sarà nel ristorante Het Pleidooi, insieme ad altre due persone.

Un blitz imponente per un pesante buco nell’acqua: Messina Denaro non era lì. La prova del Dna sul sospettato — il signor Mark L. di Liverpool — ha dato la certezza.  L’avvocato continua a sostenere l’innocenza del suo assistito arrestato mentre cenava col figlio e un’altra persona. Dice di avere scoperto che si trattava della sua vecchia conoscenza solo quando lo ha visto, perché gli inquirenti lo avevano chiamato al telefono dicendo che Matteo Messina Denaro aveva bisogno del suo avvocato, ma a lui quel nome non diceva niente.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Napoli, bambino di 4 anni caduto dal balcone: fermato il domestico per omicidio
Cronaca / Cannabis, è stata raggiunta la soglia per il referendum: raccolte 500mila firme
Cronaca / C’è un farmaco per animali che avvelena: la Sardegna e una leghista l’hanno suggerito come cura anti-Covid
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Napoli, bambino di 4 anni caduto dal balcone: fermato il domestico per omicidio
Cronaca / Cannabis, è stata raggiunta la soglia per il referendum: raccolte 500mila firme
Cronaca / C’è un farmaco per animali che avvelena: la Sardegna e una leghista l’hanno suggerito come cura anti-Covid
Cronaca / Fiere di animali esotici, l’inchiesta della Lav sui “wet market” italiani
Cronaca / 4.552 nuovi casi e 66 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,6%
Cronaca / Palombelli difende le sue affermazioni sui femminicidi: “Guardare realtà da tutte le angolazioni”
Cronaca / Quando esce The Post Internazionale in edicola, città per città
Cronaca / Positivi al Covid, accompagnano i figli a scuola prima dell’esito del tampone: due classi in quarantena
Cronaca / “Il Covid non esiste”: maestra trevigiana no vax e no mask ricoverata in terapia intensiva
Cronaca / Brunetta: “Adesso basta smart working, con il Green Pass tutti i lavoratori potranno tornare in presenza”