Covid ultime 24h
casi +16.377
deceduti +672
tamponi +130.524
terapie intensive -9

Medico sfida i negazionisti del Covid: la scritta eloquente sulla tuta protettiva

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 17 Nov. 2020 alle 18:44
145
Immagine di copertina

Medico sfida i negazionisti del Covid

Un medico di Giulianova ha deciso di rispondere ai tanti messaggi di chi nega l’esistenza del Coronavirus con una scritta sulla tuta protettiva in dialetto abruzzese con la quale manda letteralmente “a quel paese” i negazionisti del Covid. A raccontare la vicenda è Il Messaggero.

Protagonista il medico Gabriele Congedo, che lavora attualmente nei due reparti Covid allestiti nel padiglione ovest dell’ospedale di Giulianova, in provincia di Teramo. La foto, pubblicata sul suo profilo Facebook, mostra il medico di spalle con la tuta sulla quale c’è una scritta con la quale attacca i negazionisti: “Negazionisti n… a mamm’t“.

“Io sono un dipendente della Piccola Opera Charitas dove il virus non ci ha risparmiati – racconta il dottor Congedo – ora sto svolgendo dei corsi di specializzazione in Geriatria all’Aquila e da lì mi hanno mandato a lavorare nei reparti Covid di Giulianova. E qui ogni giorno sto accanto alla gente che soffre, che chiede aiuto, che fa fatica a respirare, che magari migliora e poi il giorno dopo sta ancora peggio, so cosa significa la sofferenza da Covid e non posso tollerare chi si prende gioco di questa terribile pandemia“. “Ho espresso il mio pensiero in maniera clamorosa, ma me ne assumo tutta la responsabilità”, ha spiegato il medico a Il Messaggero.

medico negazionisti

Leggi anche: Esclusivo TPI. La notte dei tamponi che imbarazza la sanità campana: in quella RSA test ogni due minuti senza cambiare guanti fatti dal medico indagato; // Dentro le chat Telegram dei negazionisti del Covid: tra fake news, minacce ai medici e ora una “marcia su Roma”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

145
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.