Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:21
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Nave Mare Jonio, pm non convalida il sequestro preventivo

Immagine di copertina

Mare Jonio sequestro – Il 13 maggio la procura di ha deciso di non convalidare il sequestro preventivo della nave Mare Ionio, scattato venerdì 10 d’iniziativa dalla Guardia di Finanza.

Mare Jonio: tutti gli aggiornamenti

La nave della Ong Mediterranea Saving Humans era arrivata al porto di Lampedusa dopo aver soccorso, in acque internazionali, 30 di migranti che viaggiavano su un gommone in avaria.

I pm hanno però disposto il sequestro probatorio della nave per effettuare ulteriori accertamenti. La notizia è confermata dal legale della Ong Mediterranea, Fabio Lanfranca.

La decisione della procura di Agrigento è “importante perché la Guardia di Finanza su input del Viminale intendeva usare il ‘preventivo’ per bloccare la Mare Jonio ed impedirgli definitivamente di reiterare il reato”.

Questo il messaggio della Mediterranea Saving Humans, che sottolinea come la scelta dei pm sia “orientata dalla necessità di accertare i fatti e dunque di verificare attraverso un’indagine se vi sia o meno un reato”.

“Come sempre noi siamo pronti a fornire ogni elemento utile per accertare la verità, certi di avere sempre rispettato il diritto e i diritti, oltre che la dignità della vita umana, al contrario di chi da posizioni istituzionali, si rende complice della morte in mare o della cattura e della deportazione di donne uomini e bambini verso i Lager di un paese in guerra come la Libia”.

Il caso – La nave Mare Jonio il 9 maggio ha tratto in salvo 30 migranti al largo delle coste della Libia per poi dirigersi verso l’Italia. Il ministro dell’Interno Matteo Salvini aveva immediatamente annunciato che i porti italiani erano chiusi per le “navi dei centri sociali”, ma il giorno dopo il Viminale ha concesso all’imbarcazione di entrare a Lampedusa.

La Guardi di Finanza a quel punto ha eseguito il sequestro preventivo della nave, mentre i componenti dell’equipaggio sono stati iscritti nel registro degli indagati per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina (Qui la notizia completa).

Il salvataggio dei migranti aveva dato vita ad un nuovo botta e risposta tra la Ong e il ministro dell’Interno sui social.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Vaccini, Pfizer: “Con terza dose protezione anche da Omicron”
Cronaca / Regno Unito, nuove restrizioni a causa di Omicron. Johnson: "Si diffonde molto più velocemente”
Cronaca / Covid, oggi 17.959 casi e 86 morti: tasso di positività al 3,2%
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Vaccini, Pfizer: “Con terza dose protezione anche da Omicron”
Cronaca / Regno Unito, nuove restrizioni a causa di Omicron. Johnson: "Si diffonde molto più velocemente”
Cronaca / Covid, oggi 17.959 casi e 86 morti: tasso di positività al 3,2%
Cronaca / Nudo nella fontana di piazza della Repubblica a Roma, agenti in acqua per fermarlo: arrestato | VIDEO
Cronaca / Patrick Zaki è stato scarcerato: “Sto bene, forza Bologna!”
Cronaca / Picchiata e minacciata di morte perché voleva “vivere all’occidentale”. 18enne fa arrestare il padre
Cronaca / Immacolata, il Papa a sorpresa in piazza di Spagna
Cronaca / Immacolata 2021, supermercati e negozi aperti o chiusi l’8 dicembre
Cronaca / Scarcerazione Zaki, l’amica e collega a TPI: “Siamo increduli e felici, ma continuiamo a combattere. Non è ancora libero”
Cronaca / Covid, l’allarme dell’ECDC: “La situazione è molto grave con le feste può peggiorare”