Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:36
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Roma, maestra d’asilo si butta dalla finestra: era convinta di aver contratto il Covid

Immagine di copertina

Maestra convinta di avere il Covid si butta dalla finestra

Una maestra di 45 anni, madre di un bimbo, ha perso la vita lanciandosi dalla finestra a Roma, nella convinzione di aver contratto il Covid. Stando a quanto riportato dal Messaggero, la donna nell’ultimo periodo continuava a ripetere al marito: “Ho il Coronavirus”. “Era sempre più preoccupata e ha continuato a parlare della malattia. A quel punto siamo andati a fare un tampone, l’ha fatto e continuava ad essere molto in ansia e strana”, ha raccontato l’uomo.

Il tragico evento si è verificato nella notte tra l’8 e il 9 settembre: la donna si sarebbe svegliata, avrebbe scritto un biglietto per salutare il compagno e il loro bambino, e si sarebbe lanciata dal quinto piano con il supporto di una sedia appoggiata alla finestra. Il corpo è stato ritrovato da un passante ieri mattina a Colli Portuensi. Sempre secondo il quotidiano, la donna non soffriva di depressione, ma, insieme alla paura di essere stata infettata, che non l’ha abbandonata nemmeno dopo le rassicurazione del medico, c’era in lei l’incertezza del ritorno a lavoro. Da qui il gesto estremo. Il marito, sotto shock, in un primo momento non aveva capito quello che era successo. Ha raccontato di essersi addormentato nella convinzione che anche la donna si fosse calmata. Invece dopo poco la moglie ha abbandonato il letto per saltare giù.

Leggi anche: 1. Il virologo Crisanti: “Covid non è cambiato. Seconda ondata? Se ci sarà, a dicembre-gennaio”/ 2. Vaccino anti Covid, fabbriche già in moto: prime dosi pronte a novembre / 3. Cecilia Strada ha ragione: i negazionisti del Covid non si meritano il servizio sanitario nazionale

4. Nuovo Dpcm in vigore: resta l’obbligo di mascherine, estesa la capienza per i mezzi pubblici / 5. Coronavirus, un algoritmo calcola in appena due ore il rischio di morte dei pazienti / 6. Covid di testa, negazionisti no Vax a Roma: foto e video di una giornata folle

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO
CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Molestie in università, alla Sapienza di Roma 13 denunce di studentesse e tirocinanti nel 2023
Cronaca / Nuovo codice della strada, sospensione breve della patente per chi usa il cellulare alla guida
Cronaca / “Salviamo il nome Eustachio”: a Matera un bonus economico per chi chiama il figlio come il santo patrono
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Molestie in università, alla Sapienza di Roma 13 denunce di studentesse e tirocinanti nel 2023
Cronaca / Nuovo codice della strada, sospensione breve della patente per chi usa il cellulare alla guida
Cronaca / “Salviamo il nome Eustachio”: a Matera un bonus economico per chi chiama il figlio come il santo patrono
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Vince 64 milioni al Superenalotto, ma i numeri sul giornale sono sbagliati: “Ho rischiato l’infarto”
Cronaca / Incidente sul lavoro: muore un operaio nello stabilimento Stellantis di Pratola Serra
Cronaca / Trento, dirigente sottrae alla scuola più di 200mila euro per viaggi, fiori e borse
Cronaca / Sparo di Capodanno, davanti ai pm Delmastro si corregge: “Ero fuori a fumare”
Cronaca / “Sono stato io a uccidere David Rossi”: la confessione del killer delle escort. Ma per gli inquirenti non ci sono riscontri
Cronaca / Chiara Ferragni, nuove acquisizioni della Guardia di Finanza anche su caso Oreo