Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:01
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

“Lavoratori aggrediti con bastoni”. Scontri a Lodi durante la protesta per i licenziamenti: 9 feriti, uno grave | VIDEO

“Lavoratori aggrediti con bastoni”: scontri a Lodi durante la protesta per i licenziamenti: 9 feriti, uno grave

Nella notte tra giovedì 10 e venerdì 11 giugno si sono registrati pesanti scontri davanti al deposito di un’azienda logistica, la Zampieri Holding, a Tavazzano con Villavesco, in provincia di Lodi: la violenza è esplosa durante un presidio organizzato da un gruppo di lavoratori licenziati dall’hub della Fedex-Tnt di Piacenza, chiuso nei mesi scorsi dalla Zampieri, sostenuti dal sindacato Si Cobas.

“Il presidio dei lavoratori Fedex di Piacenza – ha scritto l’organizzazione sindacale – è stato aggredito a colpi di bastoni, frammenti di bancali, sassi e bottiglie da una cinquantina di bodyguard assoldati dai padroni”. Si tratterebbe, secondo Si Cobas, di guardie private che si sono mimetizzate tra i lavoratori per reprimere la protesta, organizzata dai lavoratori per chiedere di essere ricollocati a Piacenza.

Il presidio era iniziato a mezzanotte con il blocco dei tir da parte dei manifestanti dell’hub ed è proseguito con il lancio di oggetti da entrambe le parti. Ma la situazione sarebbe degenerata intorno all’una di notte, quando si sono spalancati i cancelli e le due parti sono venute alle mani. Secondo le forze dell’ordine gli scontri sarebbero avvenuti tra un gruppo di lavoratori della Zampieri che avevano appena finito il turno, alcune guardie giurate e i manifestanti della Fedex

Nove le persone soccorse dai sanitari del 118 alla fine degli scontri: tra questi un nordafricano colpito alla testa con l’asse di un bancale che ha riportato una ferita aperta sul cranio ed è stato trasportato all’ospedale San Matteo di Pavia, da cui è stato dimesso con una prognosi di 15 giorni.

“La FedEx sta cercando di far passare la politica di ‘amazonizzazione’ interna lasciando a casa i lavoratori e riassumendoli tramite altre cooperativa togliendo loro i diritti acquisiti, ma non l’avrà vinta”, ha dichiarato il coordinatore provinciale dei Si-Cobas Lodi-Cremona Fulvio Di Giorgio. La procura di Lodi sta indagando per chiarire la dinamica degli scontri e valutare eventuali responsabilità.

Credits: ANSA

 

 

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Due ragazze aggredite sul treno Milano-Varese: fermati i presunti stupratori
Cronaca / Covid, oggi 15.021 casi e 43 morti: tasso di positività al 2,9%
Cronaca / L'odontoiatra dal braccio in silicone: "Mi avete rovinato la vita"
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Due ragazze aggredite sul treno Milano-Varese: fermati i presunti stupratori
Cronaca / Covid, oggi 15.021 casi e 43 morti: tasso di positività al 2,9%
Cronaca / L'odontoiatra dal braccio in silicone: "Mi avete rovinato la vita"
Cronaca / Da lunedì al via il Super Green Pass: cosa cambia e tutte le regole
Cronaca / Covid, oggi 16.632 casi e 75 morti: tasso di positività al 2,6%
Cronaca / Chi è Guido Russo, il dentista No vax di Biella con il braccio in silicone: “Dovevo lavorare”
Cronaca / Milano, Gaia Romani cambia la targa di “assessore” con “assessora”: “Si parte dalle piccole cose”
Cronaca / Il conduttore di X Factor Ludovico Tersigni indagato per diffamazione dopo un post su Instagram
Cronaca / Eitan è tornato in Italia, 84 giorni dopo il sequestro: “Felice di essere a casa”
Cronaca / Covid, oggi 17.030 casi e 74 morti: tasso di positività al 2,9%