Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:04
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Omicidio Lecce, il killer dal carcere: “Sono pentito, ho sbagliato”

Immagine di copertina

Lecce, il killer di Daniele e Eleonora: “Sono pentito, ho sbagliato”

Il killer reo confesso del duplice omicidio di Daniele De Santis ed Eleonora Manta, Antonio De Marco, avrebbe ammesso di essere pentito del suo folle gesto, dopo che ieri la confessione resa al gip ha sconvolto la città di Lecce, teatro dell’assassinio. “Erano troppo felici”, aveva dichiarato Antonio De Marco, studente 21enne di Scienze Infermieristiche e ex conquilino della coppia. Come riporta il giornale “Quotidiano di Puglia”, De Marco avrebbe detto ai suoi legali Andrea Starace e Giovanni Bellisario: “Sono pentito, ho sbagliato”. Secondo gli avvocati il giovane sarebbe sconvolto e non riuscirebbe a ricordare nulla di quanto accaduto. Nemmeno i dettagli del “cronoprogramma” sviluppato nel dettaglio prima di commettere l’omicidio e affidato ad alcuni foglietti ritrovati dagli inquirenti nell’appartamento.

Antonio ora si trova in carcere e sarà interrogato dal giudice per le indagini preliminari Michele Toriello. Intanto, continuano le indagini per riscostruire quanto avvenuto la notte del 21 settembre, quando l’arbitro De Santis e la sua fidanzata Manta sono stati accoltellati a morte dal giovane, nella casa in cui si erano trasferiti da poco per avviare una stabile convivenza. Le indagini si stanno concentrando anche sul mese di convivenza tra De Marco e i due fidanzati, che hanno condiviso l’appartamento dal 30 ottobre al 30 novembre 2019, perché è proprio da lì che potrebbe aver avuto origine la rabbia del killer verso la coppia. Un’esperienza, quella dello scorso anno, non priva di problemi. Tanto che un’amica di Eleonora avrebbe detto agli investigatori: “Eleonora ultimamente non si trovava a suo agio, poiché l’appartamento era condiviso da altre persone”.

Legge: 1. Duplice omicidio a Lecce: uccisi l’arbitro De Santis e la sua compagna 2. Duplice omicidio Lecce, fermato 21enne per il delitto di Daniele e Eleonora: è un ex coinquilino, voleva seviziarli

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 17.030 casi e 74 morti: tasso di positività al 2,9%
Cronaca / Lo spot sul Parmigiano Reggiano fa arrabbiare il web: “Sfruttamento del lavoro”. L’azienda: “Lo cambieremo”
Cronaca / Covid: Bolzano in zona gialla da lunedì, cinque regioni a rischio entro Natale
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 17.030 casi e 74 morti: tasso di positività al 2,9%
Cronaca / Lo spot sul Parmigiano Reggiano fa arrabbiare il web: “Sfruttamento del lavoro”. L’azienda: “Lo cambieremo”
Cronaca / Covid: Bolzano in zona gialla da lunedì, cinque regioni a rischio entro Natale
Cronaca / “Noi studenti schiavi della lode”
Cronaca / “La biblioteca che batte l’algoritmo”: intervista a Maranesi, il rettore più giovane d’Italia
Cronaca / Militante della Lega arrestata per traffico di droga: sequestrati 450 chili di hashish
Cronaca / Le università sono diventate delle palestre di sfruttamento
Cronaca / La guerra quotidiana nelle scuole di periferia
Cronaca / Controlli dei Nas in tutta Italia, 281 sanitari lavoravano senza vaccino. Sospesi
Cronaca / “Se non ti laurei sei un fallito”: ritratto di una generazione schiacciata dal successo a ogni costo