Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 08:10
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Venezia, nuova impresa di “Lapo El Can”: il pastore tedesco antidroga ritrova 60 dosi di cocaina

Immagine di copertina
Credits: Facebook Luigi Brugnaro

Nuova impresa di “Lapo El Can”, pastore tedesco antidroga in servizio presso la polizia locale di Venezia. Il segugio ha appena ritrovato 60 dosi di cocaina nascoste nell’appartamento di un albanese di 20 anni.

Il giovane era stato fermato martedì scorso insieme a un amico: gli agenti gli avevano trovato nelle tasche dell’hashish in quantità che rientrava tra quelle consentite per “uso personale”. L’altro ragazzo, invece, aveva 6 dosi di cocaina nel porta pastiglie confezionate e pronte per essere vendute.

I poliziotti, insospettiti dal loro comportamento, avevano deciso poi di approfondire la questione organizzando una perquisizione a casa del 20enne albanese: proprio Lapo, il pastore tedesco anti droga in servizio con loro, ha scovato 60 dosi di droga nascoste in un condizionatore.

Il giovane a seguire è stato arrestato e portato in tribunale dove il giudice ha disposto una misura di custodia cautelare in attesa del processo. Per ritrovare lo stupefacente è decisivo l’intervento di Lapo che era stato annunciato su Facebook dal sindaco di Venezia Luigi Brugnaro a fine agosto: “Abbiamo ufficialmente la terza unità cinofila, il suo nome è Lapo.

Adesso è in addestramento a Milano assieme ad Adesz (la terza unitá é Kuma). Grazie al Comandante Gianni Franzoi e a tutto il corpo della Polizia Locale del Comune di Venezia”.

Sui social però in molti avevano fatto irone sul nome, facendo riferimento al nipote di Agnello: “Lapo El Can, dal nome mi sa che ha un buon naso”, aveva scritto un utente sotto il post del primo cittadino.

Spacciava e rilasciava la ricevuta “per cessione dose stupefacente”: arrestato un 21enne ad Arezzo
Mamma ventenne si droga, poi allatta il figlio: il bimbo va in overdose
“Ho provato 140 tipi di droghe e ci ho scritto un manuale di istruzioni”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Morte Martina Rossi, fuori dal carcere i due condannati
Cronaca / È morta l'ex brigatista Barbara Balzerani, partecipò al sequestro di Aldo Moro
Cronaca / Aborto: Vaticano, “non esiste diritto a sopprimere una vita”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Morte Martina Rossi, fuori dal carcere i due condannati
Cronaca / È morta l'ex brigatista Barbara Balzerani, partecipò al sequestro di Aldo Moro
Cronaca / Aborto: Vaticano, “non esiste diritto a sopprimere una vita”
Cronaca / Pordenone, bambina di 10 anni a scuola col niqab. Maestra le fa scoprire volto
Cronaca / Bolzano. Scia fuoripista, ragazzo di 16 anni travolto e ucciso da una valanga
Cronaca / Le impressionanti immagini della valanga che ha isolato Gressoney
Cronaca / Il Codacons attacca Chiara Ferragni: “Assurdo che parli ancora di fraintendimenti e buona fede”
Cronaca / Caccia ai bagnini per l’estate: “Ci sono 4mila posti vacanti, ma ai giovani non interessa più”
Cronaca / Maltempo sull’Italia, valanghe in Val d’Aosta: paesi isolati e scuole chiuse
Cronaca / Gino Cecchettin: “La parola ‘patriarcato’ ingloba anche un senso del possesso”