Covid ultime 24h
casi +10.593
deceduti +541
tamponi +257.034
terapie intensive -49

Infermiera di Pescara risponde a un volantino negazionista: “Se ti ammali, non venire in ospedale”

Di Antonio Scali
Pubblicato il 23 Nov. 2020 alle 19:34
79

“Se ti ammali non venire in ospedale”: infermiera risponde a un volantino negazionista | VIDEO

“Sono Michela, per chi non mi conoscesse sono una infermiera all’ospedale civile di Pescara. Non lavoro in un reparto Covid, ma ciononostante come da prima della pandemia ‘mi faccio il mazzo’ e sulla mia automobile nel parcheggio dei dipendenti ho trovato uno scempio, un volantino negazionista”. Così un’infermiera che lavora nell’ospedale civile di Pescara ha risposto in un video – poi diventato virale sui social – a un volantino che un negazionista ha lasciato sul vetro della sua auto.

Il negazionista sosteneva la tesi che “non vi è alcuna emergenza Covid”: a quel punto Michela ha risposto punto per punto entrando nel merito delle questioni supportate dal volantino. “Potrei utilizzare dati incontrovertibili per spiegare che non è così, ma loro non ci crederebbero”, ha aggiunto l’infermiera. “Di influenza si muore, nonostante esista il vaccino che voi negazionisti tra l’altro rifiutate di fare – spiega lei – nel caso del Covid parliamo di una ‘influenza’ per la quale il vaccino neppure esiste, forse ci arrivi…”.

Rivolgendosi direttamente all’autore del volantino, Michela ha risposto: “È anche colpa di voi negazionisti che non seguite le regole, se i vostri negozi sono chiusi è anche colpa vostra che indossate mascherine inutili. Noi medici e infermieri non siamo eroi, siamo professionisti che operano con dedizione e serietà da prima della pandemia, voi non meritate i nostri sacrifici. Quindi se ti ammalerai di Covid o di altre malattie, non venire in ospedale. Non ti meriti le nostre cure”.

Leggi anche: 1. Crisanti a TPI: “A mettere in dubbio il vaccino è il Ceo di Pfizer che vende le sue azioni, non io”; // 2. Esclusivo TPI. La notte dei tamponi che imbarazza la sanità campana: in quella RSA test ogni due minuti senza cambiare guanti fatti dal medico indagato; // 3. Esclusivo TPI. Tutti chiusi in casa, ma non l’ordine dei medici di Roma. La denuncia: “Ci sono le elezioni e il presidente vuole far votare 43mila colleghi in presenza”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUM

79
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.