Covid ultime 24h
casi +14.078
deceduti +521
tamponi +267.567
terapie intensive -43

Matera: incendio in capannone dove vivono decine di migranti, morta una donna

Le fiamme sono divampate nell'ex complesso industriale "La Felandina" di Metaponto di Bernalda, in provincia di Matera

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 7 Ago. 2019 alle 09:03 Aggiornato il 11 Set. 2019 alle 02:23
0
Immagine di copertina

Matera: incendio in capannone frequentato da migranti, morta una donna

Una donna è morta in un incendio, che si è sviluppato in un capannone, dove da anni vivono stabilmente numerosi migranti.

Secondo le prime informazioni, le fiamme sono divampate intorno alle 6.30 del mattino di mercoledì 7 agosto in un capannone dell’ex complesso industriale “La Felandina”, situato a Metaponto di Bernalda, in provincia di Matera.

Sul posto sono arrivati in breve tempo i vigili del fuoco, polizia, carabinieri e gli operatori sanitari del 118.

A quanto si apprende le fiamme sarebbero state domate.

Le indagini, coordinate dal questore Luigi Liguori, dovranno appurare le motivazioni che hanno causato l’incendio.

Nei capannoni dell’ex complesso industriale “La Felandina”, vivono, in condizioni precarie, i migranti impegnati nella raccolta nei campi agricoli.

Il complesso de “La Felandina”, mai entrato in funzione, è stato al centro di numerose polemiche per le condizioni disumane in cui vivevano i migranti. Il 17 maggio scorso, il sindaco di Bernalda Domenico Raffaele Tataranno aveva disposto lo sgombero del complesso con un’ordinanza.

Tuttavia, lo sgombero non è mai stato attuale perché i locali, occupati abusivamente, sono attualmente sotto sequestro. Il 15 luglio, però, il primo cittadino era tornato a parlare de “La Felandina”: “Entro pochi giorni ci sarà un tavolo tecnico in Prefettura per pianificare tutte le operazioni che porteranno allo sgombero dei capannoni“.

Crotone, migrante si stende in mezzo alla strada per farsi uccidere: una donna lo salva

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.