Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:52
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

“Pace proibita”: la serata-evento di Michele Santoro contro l’esaltazione delle armi come soluzione della guerra in Ucraina

Immagine di copertina

Guerra in Ucraina, Michele Santoro presenta l’evento “Pace proibita”

Una serata di protesta “per opporsi alla deriva verso il pensiero unico e la resa dell’intelligenza”: è quanto prevede “Pace proibita“, l’evento presentato da Michele Santoro in cui diverse personalità del mondo della cultura e dello spettacolo si riuniscono per parlare della guerra in Ucraina e soprattutto chiedere lo stop dell’invio di armi a Kiev.

L’evento, in programma al Teatro Ghione di Roma nella serata di lunedì 2 maggio, sarà visibile in streaming a partire dalle ore 21.00 sulla pagina Youtube “Michele Santoro presenta” e sulla pagina Facebook e il sito di TPI, che proporrà anche approfondimenti e interviste ai protagonisti della serata.

Alla serata partecipano, tra gli altri, Fiorella Mannoia, Sabina Guzzanti, Elio Germano, Ascanio Celestini, Vauro Senesi, Emily Clancy, Cecilia Strada e Tomaso Montanari.

“Noi condanniamo senza se e senza ma l’invasione dell’Ucraina. Putin dovrà risponderne al suo popolo e alla Storia – si legge nel comunicato stampa di presentazione dell’evento – Per porre fine al massacro abbiamo di fronte due strade: affidarsi alla forza delle armi o mobilitarsi con un’azione nonviolenta per una trattativa immediata e una soluzione diplomatica”.

“Pensiamo che le armi siano la risposta sbagliata. Il nemico più grande è la guerra, la pretesa di sconfiggere Putin con una escalation militare, scalzandolo dal potere, comporta innumerevoli morti, sofferenze atroci tra i civili e un futuro di miseria per una moltitudine di persone”.

“Più di tutto ci preoccupa il possibile impiego di armi nucleari, che rappresentano una minaccia per l’insieme della vita sulla terra e una possibile sentenza di morte per l’umanità”.

“La parola pace è censurata. L’informazione non esprime la varietà di posizioni presenti tra l’opinione pubblica. La maggioranza contraria all’invio di armi viene sistematicamente ignorata. Per i media non c’è alternativa alla guerra, che rappresentano come uno scontro tra buoni e cattivi, dove la somma degli orrori cancella il ‘chi, dove, come, quando e perché'”.

“Il sangue delle vittime deve chiamare altro sangue per giustificare la necessità di una sconfitta definitiva dell’aggressore. È ora di dire basta alle armi e di agire in maniera nonviolenta, a partire dall’accoglienza dei profughi di ogni guerra. Creiamo una comunità determinata a far sentire la propria voce”.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Scarcerato il marito dell’influencer Siu. Ma resta indagato per tentato omicidio della moglie
Cronaca / Reggio Calabria, neonata trovata morta fra gli scogli
Cronaca / Benigni bacia il Papa: “Alle elezioni facciamo il campo largo, sulla scheda scrivete Francesco”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Scarcerato il marito dell’influencer Siu. Ma resta indagato per tentato omicidio della moglie
Cronaca / Reggio Calabria, neonata trovata morta fra gli scogli
Cronaca / Benigni bacia il Papa: “Alle elezioni facciamo il campo largo, sulla scheda scrivete Francesco”
Cronaca / Aggredito in casa il giornalista Alberto Dandolo: “Smettila di rompere i cog**oni!”
Cronaca / La morte di Angelo Onorato è un giallo. La moglie: “L’hanno ucciso”. E spunta una lettera
Cronaca / Il marito dell’influencer Siu: “Il sangue zampillava. Non sono stato io, si è ferita da sola”
Cronaca / Allenatore piazza telecamera nascosta nello spogliatoio delle sue giocatrici: squalificato per 6 anni
Cronaca / Il Papa riconosce un miracolo attribuito a Carlo Acutis: il “patrono di Internet” sarà santo
Cronaca / “Offende l’Islam”: due studenti musulmani esentati dallo studio di Dante a Treviso. Il ministro Valditara: “Inammissibile”
Cronaca / Processo Salis, caos in aula: il giudice rivela l’indirizzo dove l’italiana sta scontando i domiciliari