Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 08:01
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Multe e denunce per fermare i violenti: il piano del Governo contro no vax e “no pass”

Immagine di copertina
Una manifestante scesa in piazza a Torino il 24 luglio 2021 contro l'obbligo del Green Pass per accedere a determinati luoghi e attività. Credit: ANSA/ALESSANDRO DI MARCO

Il Governo Draghi e in particolare il ministero dell’Interno sembra avere un piano per contenere le manifestazioni no vax e no pass, che la scorsa settimana hanno portato in piazza migliaia di persone in tutta Italia. Come riporta Fiorenza Sarzanini sul Corriere della Sera, la strategia del Viminale è quella della fermezza senza esasperare i toni: multe e sanzioni saranno comminate a chi “viola in maniera palese il divieto di assembramento e si accalca senza indossare la mascherina”, come già previsto dalle leggi in vigore.

Insomma, nessun nuovo divieto ma controlli stringenti, come già accaduto dopo i cortei di sabato 24 luglio per cui sono già scattate le prime denunce e sanzioni a seguito dell’identificazione dei promotori e di alcuni partecipanti alle manifestazioni contro l’introduzione del Green pass obbligatorio per accedere a determinati luoghi o attività.

Intanto, come riporta il Corriere, sui canali Telegram dove si organizza la protesta arriva la minaccia di scendere in piazza “ogni sabato fino a che il Green pass non sarà eliminato”. La preoccupazione del Governo è che i numeri delle manifestazioni potrebbero crescere con l’aumento dei divieti, passando dai circa 30mila della scorsa settimana a oltre 50mila: ecco perché l’idea è di non impedire i cortei ma di imporre controlli stringenti sulle regole da rispettare, comminando sanzioni a chiunque violi le leggi.

“Guardiamo con attenzione alle manifestazioni dei no-vax, che ricordo non erano autorizzate“, aveva detto ieri la ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, rispondendo alla stampa a margine del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica tenuto a Caserta. “Le modalità con cui si sono svolte” le proteste, ha aggiunto la ministra, “sono assolutamente da condannare“.

Ed è proprio sui comportamenti tenuti in piazza che il Viminale intende agire, ricordando come sia ancora in vigore il divieto di assembramento e che è tuttora obbligatorio indossare la mascherina nei luoghi affollati. Quindi nessuna repressione delle proteste, ma solo il rispetto delle leggi in vigore.

“Non c’è alcuna dittatura sanitaria”, aveva infatti sottolineato ieri Lamorgese, “vaccinarsi è fondamentale per superare questa pandemia: tutti i provvedimenti del Governo sono stati presi per tutelare la salute pubblica e perché la vera libertà è poter andare dove si vuole senza danneggiare gli altri“.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Fiere di animali esotici, l’inchiesta della Lav sui “wet market” italiani
Cronaca / 4.552 nuovi casi e 66 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,6%
Cronaca / Palombelli difende le sue affermazioni sui femminicidi: “Guardare realtà da tutte le angolazioni”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Fiere di animali esotici, l’inchiesta della Lav sui “wet market” italiani
Cronaca / 4.552 nuovi casi e 66 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,6%
Cronaca / Palombelli difende le sue affermazioni sui femminicidi: “Guardare realtà da tutte le angolazioni”
Cronaca / Quando esce The Post Internazionale in edicola, città per città
Cronaca / Positivi al Covid, accompagnano i figli a scuola prima dell’esito del tampone: due classi in quarantena
Cronaca / “Il Covid non esiste”: maestra trevigiana no vax e no mask ricoverata in terapia intensiva
Cronaca / Brunetta: “Adesso basta smart working, con il Green Pass tutti i lavoratori potranno tornare in presenza”
Cronaca / Barbara Palombelli sui femminicidi: “Bisogna chiedersi se le donne hanno avuto comportamenti esasperanti”
Cronaca / Green pass per tutti i lavoratori: multe fino a 1.500 euro e stop allo stipendio per chi non ha la certificazione
Cronaca / Alessandro Barbero contro il Green Pass: "Così la sinistra si piega ai padroni"