Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 16:04
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Eutanasia, per la prima volta in Italia un tribunale chiede di verificare se ci sono le condizioni

Immagine di copertina
Reparto di geriatria, immagine di repertorio Credits: Flikr

Sul fine vita arriva dalle Marche una decisione che può contribuire a cambiare le regole e a fare scuola. Il Tribunale Civile di Ancona ha stabilito che l’azienda sanitaria deve verificare le condizioni di un paziente per l’accesso al suicidio assistito, in ‘attuazione’ della “sentenza Cappato” della Corte costituzionale.

Le condizioni del paziente

La decisione della Corte, fa sapere l’Associazione Luca Coscioni, arriva dopo il reclamo proposto da un 43enne marchigiano tetraplegico, immobilizzato da dieci anni per un incidente stradale e in condizioni irreversibili. In precedenza il 43enne – assistito dai legali del collegio di giuristi per la libertà – si era visto negare dall’azienda sanitaria (anche per la verifica delle condizioni) e dal giudice, l’istanza di suicidio assistito.

Un caso lungo un anno

Il caso si presenta proprio alla vigilia della presentazione a Roma del Referendum eutanasia legale. Ma andiamo con ordine. La prima richiesta all’azienda sanitaria da parte dell’uomo risaliva all’agosto 2020. Dopo il diniego dell’Azienda sanitaria al suicidio assistito, c’era stata l’istanza al tribunale che il 26 marzo scorso aveva in sostanza legittimato la posizione della struttura pubblica.

Pur riconoscendo al paziente “i requisiti previsti dalla Corte Costituzionale nella sentenza 242/19 sul ‘Caso Cappato/Dj Fabo'” aveva ritenuto la “non sussistenza di motivi per ritenere che,individuando le ipotesi in cui l’aiuto al suicidio può oggi ritenersi lecito, la Corte abbia fondato anche il diritto del paziente, ove ricorrano tali ipotesi, ad ottenere la collaborazione dei sanitari nell’attuare la sua decisione di porre fine alla propria esistenza…”.

Le verifiche della Asl

Era seguito un reclamo. Il collegio del tribunale civile di Ancona ora “ordina all’Azienda sanitaria unica regionale Marche di provvedere, previa acquisizione del relativo parere del Comitato etico territorialmente competente, ad accertare: se il reclamante sia persona tenuta in vita da trattamenti di sostegno vitale e affetta da una patologia irreversibile, fonte di sofferenze fisiche o psicologiche che egli reputa intollerabili”; “se lo stesso sia pienamente capace di prendere decisioni libere e consapevoli; “se le modalità, la metodica e il farmaco (Tiopentone sodico nella quantità di 20 grammi) prescelti siano idonei a garantirgli la morte più rapida, indolore e dignitosa possibile (rispetto all’alternativa del rifiuto delle cure con sedazione profonda continuativa, e ad ogni altra soluzione in concreto praticabile, compresa la somministrazione di un farmaco diverso)”. Sarebbe la prima volta in Italia.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Milano, abusi su bambine in una scuola materna: maestro arrestato
Cronaca / Napoli, traghetto da Capri urta banchina: una trentina i feriti, uno in codice rosso
Cronaca / Marco Luis (“il bodybuilder più pompato di sempre”) è morto a 46 anni per cause ignote
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Milano, abusi su bambine in una scuola materna: maestro arrestato
Cronaca / Napoli, traghetto da Capri urta banchina: una trentina i feriti, uno in codice rosso
Cronaca / Marco Luis (“il bodybuilder più pompato di sempre”) è morto a 46 anni per cause ignote
Cronaca / Armato a San Pietro: arrestato a Roma super ricercato
Cronaca / Come si entra nei Servizi segreti? Ecco il bando per nuovi 007
Cronaca / In 2 anni 32.500 posti in meno negli ospedali italiani
Cronaca / Desenzano del Garda, multato per aver pulito la spiaggia del lago: parte la colletta
Cronaca / Fa retromarcia e investe il figlio di un anno: il piccolo Matteo muore dopo due giorni di agonia
Cronaca / Sostenibilità ambientale, l’Italia il Paese più virtuoso in Europa con l’80% della produzione dell’acciaio derivante dal riciclo di metalli
Cronaca / Poliziotto sottoposto a un test psichiatrico per capire se fosse gay: condannato il Ministero