Covid ultime 24h
casi + 9.789
deceduti +358
tamponi +190.635
terapie intensive +8

Oggi Draghi firma il primo Dpcm. Cosa si potrà fare e cosa no: le novità

Di Lara Tomasetta
Pubblicato il 2 Mar. 2021 alle 07:46
30
Immagine di copertina

Oggi Draghi firma il primo Dpcm. Cosa si potrà fare e cosa no

Prima la cabina di regia, poi l’incontro con i governatori e nel pomeriggio il presidente del Consiglio Mario Draghi dovrebbe firmare il nuovo Dpcm che sarà in vigore dal 6 marzo al 6 aprile (qui le ultime notizie sul Covid in Italia e nel mondo). Nei giorni scorsi sono circolate bozze e indiscrezioni sulle nuove restrizioni, ma ecco una guida in punti per ricapitolare cosa si potrà fare e cosa no con l’entrata in vigore del primo Dpcm del governo Draghi.

Cosa si può fare

• Ok alle visite di persone non conviventi nelle abitazioni private, ma solo in zona gialla. È consentita la visita in una sola abitazioneuna volta al giorno, fra le 5 del mattino e le 22 di due persone più i figli minori di 14 anni.

• Per quanto riguarda le seconde case, è consentito raggiungerle in zona gialla o arancione (anche se si trovano fuori regione) ma solo al nucleo familiare e soltanto se la casa è disabitata.

• Bar e ristoranti resteranno aperti in zona gialla, ma solo di giorno. La sera sarà possibile solo l’asporto (fino alle 22) o le consegne a domicilio (a qualsiasi ora).

• In Sardegna, che da ieri è zona bianca, un’ordinanza del governatore Christian Solinas prevede che i ristoranti potranno restare aperti fino alle 23, mentre bar, pub, caffetterie e simili fino alle 21.

• Dal 27 marzo cinema e teatri potranno riaprire in zona gialla. Saranno consentiti spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, da concerto, cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto, purché nel rispetto di specifici protocolli.

• Dal 27 marzo i luoghi della cultura potranno restare aperti anche nel weekend, a condizione che l’ingresso sia stato prenotato on line o telefonicamente con almeno un giorno di anticipo.

Cosa non si può fare

• Tutti gli istituti scolastici dovrebbero restare chiusi nelle zone rosse e anche nelle altre fasce di rischio nel caso in cui l’incidenza sia superiore a 250 casi ogni 100mila abitanti.

• Il divieto di spostamenti tra le Regioni, la cui scadenza è prevista il 27 marzo, verrà probabilmente prorogato con decreto fino al 6 aprile, data di scadenza del nuovo Dpcm. Per questo i viaggi inter-regionali continueranno a essere vietati.

• Barbieri e parrucchieri dovranno restare chiusi in zona rossa. Sempre in zona rossa i negozi saranno chiusi, e saranno garantiti solo gli esercizi commerciali di prodotti essenziali (farmacie, alimentari, ferramenta).

• Restano ancora chiuse piscine e palestre e rimane il divieto degli gli sport di contatto e di squadra.

• Il coprifuoco rimane in tutte la fasce, ma in quella bianca può essere ridotto

Leggi anche: 1. Vaccini, il governo punta a raggiungere le 600mila dosi somministrate al giorno. Il piano con la Protezione Civile /2. Il Cts: oltre una soglia di contagi, scuole tutte chiuse. In zona rossa verso la chiusura anche di elementari e medie /3. Vaccini, Magrini (Aifa): “Sputnik? Ottimo, ma prima servono i dati” /4. Massa, 91enne cede il suo vaccino anti-Covid alla madre di un disabile: “Prima voi”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL COVID IN ITALIA E NEL MONDO

30
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.