Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 18:10
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Covid, ultime notizie. Zaia: “Arrivata oggi un’offerta per AstraZeneca”. Valle d’Aosta verso la zona bianca: prima Regione in Italia. Il bollettino di oggi: 13.762 casi e 347 morti

Immagine di copertina
Credits: Ansa

Covid, le ultime notizie di oggi (17 febbraio 2021) in Italia e nel mondo

COVID ULTIME NOTIZIE OGGI – Preoccupa sempre più il contagio delle varianti del Covid-19 nel mondo, anche se in Italia il quadro epidemiologico sembra stabile. Ma è fondamentale accelerare le vaccinazioni, con il nostro Paese che finora ha somministrato oltre 2 milioni di vaccini, con più di un milione di persone che hanno già ricevuto la doppia dose (qui i dati in tempo reale). Di seguito tutte le ultime notizie sul Covid 19 in Italia e nel mondo di oggi, giovedì 18 febbraio 2021, aggiornate in tempo reale.

COVID, ULTIME NOTIZIE: LA DIRETTA

Ore 17,15 – Il bollettino di oggi sul Covid in Italia – Secondo il bollettino di oggi, giovedì 18 febbraio, sul Coronavirus in Italia pubblicato dal Ministero della Salute e dalla Protezione Civile, sono 13.762 i nuovi casi, contro i 12.074 di ieri, e 347 i morti (ieri erano stati 369), a fronte di 288.458 tamponi effettuati (ieri erano stati 294.411). Il tasso di positività è leggermente salito rispetto al 4,1 per cento di ieri, risultando oggi pari al 4,8 per cento. Qui il bilancio completo

Ore 14.55 –  Nuova mappa Ue, la Sardegna diventa arancione – Nella nuova mappa aggiornata del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) l’Umbria e le province autonome di Trento e di Bolzano rimangono le uniche aree italiane ad alta incidenza di contagi, in rosso scuro. La Sardegna tuttavia si aggiunge alla Val d’Aosta come uniche regioni arancioni.

Ore 14.40 – Israele: “Nessun obbligo di vaccinazione” – “Non c’è e non ci sarà in futuro l’obbligo di vaccinazione in Israele. Non ci saranno sanzioni personali per chi non si vaccina”. Lo ha detto il ministro della sanità Yuli Edelstein ammonendo tuttavia che rischiano il carcere tutti quelli che tenteranno di falsificare il Green Pass, la certificazione che testimonia la doppia immunizzazione.

Ore 14.20 – Zaia: “Arrivata oggi un’offerta per AstraZeneca” – “Stamani il dottor Flor ha ricevuto una disponibilità per AstraZeneca”. Lo ha rivelato ai giornalisti il presidente del Veneto Luca Zaia. “Anche il collega Bonaccini – ha aggiunto – ha mostrato che era arrivata una proposta dalla Croazia. Non è colpa nostra se ci chiamano”, ha concluso. Già due giorni fa Zaia aveva detto che gli erano state offerte altri dosi di vaccino “dell’azienda Pfizer”.

Ore 14.00 – Gimbe: “Arrivate solo un terzo delle dosi dei vaccini” – “Sono arrivate infatti solo un terzo delle dosi attese nel primo trimestre”, nell’ultima settimana “frenano le somministrazioni” e solo 6 over 80 su 100 hanno avuto almeno una dose di vaccino. A evidenziarlo è un nuovo monitoraggio della Fondazione Gimbe. Nel dettaglio, al 17 febbraio sono state consegnate alle Regioni 4,07 milioni di dosi, pari al 31,8 per cento dei 12,8 milioni attesi per il primo trimestre 2021.

Ore 11.50 – La Valle d’Aosta verso la zona bianca: domani la decisione del Ministero – La Valle d’Aosta ha i numeri teorici per entrare in zona bianca tra contagi, pressione sanitaria e terapie intensive: la decisione definitiva – che tiene conto anche di altri parametri – sarà presa dal ministro della Salute, Roberto Speranza. La piccola regione alpina per la terza settimana consecutiva ha meno di 50 nuovi contagi ogni 100 mila abitanti. I ricoverati in ospedale sono 8, di cui solo 2 in terapia intensiva. Con il passaggio in zona bianca decadrebbero divieti e chiusure (palestre, cinema, teatri) oltre che l’efficacia del Dpcm che blocca lo sci amatoriale fino al 5 marzo.

Ore 11.00 – Vaticano: Chi non vuole vaccino rischia licenziamento – La vaccinazione contro il Covid è su base volontaria in Vaticano ma la Santa Sede prevede per chi si rifiuta, “conseguenze di diverso grado che possono giungere fino alla interruzione del rapporto di lavoro”. Lo prevede un decreto in materia di emergenza sanitaria pubblica dell’8 febbraio 2021, a firma del presidente della Pontificia Commissione dello Stato della Città del Vaticano, il cardinale Giuseppe Bertello. All’articolo 6, comma due, si legge che “il lavoratore che senza comprovate ragioni di salute rifiuti di sottoporvisi (agli accertamenti sanitari preventivi o a una profilassi che preveda la somministrazione di un vaccino “a tutela della salute dei cittadini, dei residenti, dei lavoratori e della comunità di lavoro”, ndr) e’ soggetto” alle responsabilità e conseguenze previste dal Rescritto Ex Audientia SS.MI”.

Ore 07.00 – Lopalco: “Il lockdown nel weekend è un’opzione intelligente” – “Il lockdown per i weekend è un’idea che ci trova favorevoli. Se il governo va in questa direzione sicuramente è una opzione abbastanza intelligente”. A dichiararlo è l’assessore regionale alla Sanità Pier Luigi Lopalco in un’intervista sulla tv Tele Rama. “La zona gialla, dopo qualche settimana fa impennare i casi, la zona rossa li riduce. Questo lo abbiamo imparato dalla prima ondata: quello che dobbiamo fare adesso è trovare un sistema che permetta un controllo del virus, senza ammazzare l’economia. Quindi, l’idea di trovare delle soluzioni che possano, in qualche maniera, far capire al cittadino che deve diminuire drasticamente quelli che sono i contatti sociali e, quindi, le occasioni di contagio”.

Covid ultime notizie in Italia e nel mondo: cosa è successo ieri

Vaccini, ok dell’Aifa ad AstraZeneca fino a 65 anni senza patologie – La commissione tecnico-scientifica dell’Aifa ha dato il via libera alla possibilità di utilizzo del vaccino AstraZeneca in soggetti fino a 65 anni di età senza condizioni di rischio. Questo, a quanto si apprende, il contenuto del parere formulato oggi dopo la richiesta del ministro Speranza. La Cts avrebbe di fatto ribadito quanto già espresso nel parere con cui approvava il vaccino per gli under 55, dove scriveva che “sulla base dei risultati di immunogenicità e dei dati di sicurezza, il rapporto beneficio/rischio di tale vaccino risulta favorevole anche nei soggetti di età più avanzata che non presentino specifici fattori di rischio”. Ora è attesa una circolare del ministero della Salute, che dovrebbe uscire a giorni, con le nuove indicazioni.

Il bollettino della Protezione Civile – Secondo il bollettino di ieri, mercoledì 17 febbraio, sul Coronavirus in Italia pubblicato dal Ministero della Salute e dalla Protezione Civile, sono 12.074 i nuovi casi, contro i 10.386di ieri, e 369 i morti (ieri erano stati 366), a fronte di 294.411 tamponi effettuati (ieri erano stati 274.019). Qui il bollettino completo. 

Ore 15.50 – Pfizer: “Trattiamo con governi, non privati”- “Durante la pandemia, i nostri contratti sono con i governi, e forniremo i vaccini secondo il canale da loro prescelto e i luoghi di vaccinazione designati, soggetti ad autorizzazione o approvazione regolatoria. Pfizer e BioNTech non stanno fornendo il loro vaccino al mercato privato in questo momento”. Lo afferma l’azienda farmaceutica Pfizer, sottolineando che “è importante che i vaccini rimangano all’interno della catena di fornitura stabilita”.

Vaccini, il nuovo piano: “A giugno 19 milioni di vaccinati” – Il commissario straordinario Domenico Arcuri punta ad avere 19 milioni di italiani vaccinati con prima e seconda dose entro giugno 2021. A comunicare il nuovo piano è stato lo stesso commissario al rappresentante dell’Associazione nazionale dei comuni, Antonio Decaro, e alla ministra per gli Affari regionali, Maria Stella Gelmini. L’articolo integrale

Lombardia, firmata ordinanza, quattro Comuni in zona rossa – Alle 18 di ieri è scattata la ‘fascia rossa’ per 4 comuni lombardi: Bollate (MI), Castrezzato (BS), Mede (PV) e Viggiu’ (VA). Lo prevede l’ordinanza firmata dal presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, sentito il ministro della Salute. L’atto dispone che le attività scolastiche e didattiche di tutte le classi delle scuole primarie e secondarie in questi Comuni si svolgano esclusivamente con modalità a distanza. La sospensione riguarda anche asili nidi e scuole materne.

Turchia, 100 milioni di dosi entro aprile dalla Cina – La Turchia riceverà entro la fine di aprile dalla Cina 100 milioni di vaccino Sinovac. Ad annunciarlo è stato il ministro della Salute, Fahrettin Koca, che ha specificato i termini dell’accordo firmato con Pechino. Il ministro ha anche dichiarato di contare su Ugur Sahin, il fondatore e leader della tedesca di Biontech, di origine turca, per ottenere i 5 milioni di dosi del vaccino Pfizer/Biontech destinati alla Turchia, nonostante i ritardi legati alla produzione. “L’accordo è stato concluso da tempo – ha detto Koca – confido nel nostro fratello Ugur Sahin. Aspettiamo quasi 5 milioni di dosi, ma ci sono ritardi con i tempi di produzione”.

La Germania conferma il lockdown duro fino al 7 marzo – La Germania andrà avanti in regime di lockdown duro almeno fino al prossimo 7 marzo. La conferma delle restrizioni in vigore nel paese dallo scorso 16 dicembre è motivata dalla Cancelliera Angela Merkel dalla necessità di contenere la diffusione delle nuove varianti del virus, in particolare quella inglese e quella sudafricana. Tale regime di lockdown duro prevede la chiusura di bar, ristoranti, negozi, centri estetici, cinema, teatri. Le visite in abitazioni private sono consentite a una sola persona al di fuori del nucleo familiare, mentre non è previsto il coprifuoco.

Leggi anche: 1. L’improvvisa e insopportabile campagna contro gli scienziati “gufi” (di Selvaggia Lucarelli) / 2. La scienza in tempo di pandemia è anche politica, ma Ricciardi sembra ignorarlo (di Luca Serafini)

Ti potrebbe interessare
Cronaca / 4.552 nuovi casi e 66 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,6%
Cronaca / Palombelli difende le sue affermazioni sui femminicidi: “Guardare realtà da tutte le angolazioni”
Cronaca / Quando esce The Post Internazionale in edicola, città per città
Ti potrebbe interessare
Cronaca / 4.552 nuovi casi e 66 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,6%
Cronaca / Palombelli difende le sue affermazioni sui femminicidi: “Guardare realtà da tutte le angolazioni”
Cronaca / Quando esce The Post Internazionale in edicola, città per città
Cronaca / Positivi al Covid, accompagnano i figli a scuola prima dell’esito del tampone: due classi in quarantena
Cronaca / “Il Covid non esiste”: maestra trevigiana no vax e no mask ricoverata in terapia intensiva
Cronaca / Brunetta: “Adesso basta smart working, con il Green Pass tutti i lavoratori potranno tornare in presenza”
Cronaca / Barbara Palombelli sui femminicidi: “Bisogna chiedersi se le donne hanno avuto comportamenti esasperanti”
Cronaca / Green pass per tutti i lavoratori: multe fino a 1.500 euro e stop allo stipendio per chi non ha la certificazione
Cronaca / Alessandro Barbero contro il Green Pass: "Così la sinistra si piega ai padroni"
Cronaca / Rt ancora in calo in Italia, lieve diminuzione di ricoveri e terapie intensive