Covid ultime 24h
casi +13.114
deceduti +246
tamponi +170.633
terapie intensive +58

Covid, ultime notizie. Scoperta nuova variante inglese, primo caso italiano a Napoli. Oggi in Italia 10.386 nuovi casi e 366 decessi. Lombardia: Bollate, Castrezzato, Mede e Viggiù zona rossa da mercoledì

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 16 Feb. 2021 alle 06:25 Aggiornato il 16 Feb. 2021 alle 21:51
51
Immagine di copertina
Medico in un hub Covid-19 Credits: Ansa

Covid, le ultime notizie di oggi (16 febbraio 2021) in Italia e nel mondo

COVID ULTIME NOTIZIE OGGI – Mentre la situazione epidemiologica in Italia sembra essere stabile, le varianti del Covid-19 preoccupano sempre più. Motivo per cui diventa fondamentale accelerare le vaccinazioni (qui i dati in tempo reale). Di seguito tutte le ultime notizie sul Covid 19 in Italia e nel mondo di oggi, martedì 16 febbraio 2021, aggiornate in tempo reale.

LA DIRETTA

Ore 21 – Napoli, individuata nuova variante mai descritta in Italia – L’istituto Pascale e l’Università Federico II, con i fondi stanziati dalla Regione per la ricerca, hanno individuato un’altra variante del Covid, mai individuata prima in Italia. Lo rende noto la Regione Campania. “Un professionista di ritorno da un viaggio in Africa, dopo il tampone, è risultato positivo al Covid 19. Grazie alla collaborazione tra i laboratori della Federico II e del Pascale, Giuseppe Portella della Federico II individua il caso altamente sospetto e in tempi rapidissimi l’equipe di Nicola Normanno del Pascale ha scoperto una variante Covid mai descritta sinora in Italia”, si legge nella nota diffusa da Palazzo Santa Lucia.

“La sequenza del campione giunta a noi dal Policlinico Federiciano – spiega il ricercatore dell’Istituto dei tumori di Napoli – ci ha subito insospettiti perché non presentava analogie con altri campioni provenienti dalla nostra regione. Dopo un confronto con il gruppo del Reparto Zoonosi Emergenti dell’Istituto Superiore di Sanità abbiamo avuto la conferma che si tratta di una variante descritta finora in un centinaio di casi in alcuni paesi europei ed africani, ma anche negli Stati Uniti. Abbiamo immediatamente depositato la sequenza nel database internazionale Gisaid ed avvertito le autorità sanitarie. Sono infatti immediatamente partite tutte le procedure previste, a cominciare dal tracciamento dei contatti”.

Di questa variante non si conosce il potere di infezione né altre sue caratteristiche come accade per molte varianti rare del virus. Della B.1.525, finora ne sono stati individuati soltanto 32 casi in Gran Bretagna, ma è stata trovata anche in Nigeria, Danimarca e Stati Uniti. La nuova mutazione è simile alla variante inglese, B117, e contiene una serie di mutazioni che destano allarme tra gli esperti, compresa la mutazione E484K sulla proteina Spike, che si trova all’esterno del virus e che gioca un ruolo importante per l’ingresso del virus nelle cellule. È allo studio un’eventuale resistenza del virus alla risposta anticorpale. “Ancora una volta la sinergia tra Pascale e la Federico II ci ha consentito questo importante traguardo scientifico. La lungimiranza del Presidente De Luca nel supportare il progetto di ricerca, l’indiscusso valore dei nostri ricercatori, la forza del gioco di squadra ci permettono di guardare alle nuove sfide con sempre rinnovata fiducia”, sottolinea il direttore generale del Pascale, Attilio Bianchi. Il laboratorio di virologia dell’azienda ospedaliera universitaria Federico II, diretto da Portella, ha selezionato, sulla base di diversi elementi di interesse clinico e altri parametri di tipo virologico, una serie di tamponi risultati positivi perché fossero sottoposti ad attività di sequenziamento. Per Anna Iervolino, direttore generale dell’azienda universitaria,  “dalla capacità di individuare tempestivamente le varianti del virus dipende anche la possibilità di adottare misure di contenimento appropriate ed idonee ad evitare una nuova ondata pandemica che rischia di riaccendere la pressione sugli ospedali e sui reparti Covid”.

Ore 20,20 – Fontana: “I comuni di Viggiù, Mede, Castrezzato e Bollate diventano ‘rossi'” – Nei comuni di Viggiù (VA), Mede (PV), Castrezzato (BS) e Bollate (MI), a decorrere dalle ore 18 di domani mercoledì 17 febbraio, verranno applicate le disposizioni previste nella cosiddetta ‘fascia rossa’,  già osservate poche settimane fa sull’intero territorio regionale. Lo ha stabilito il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana – sentito il ministro della Salute – con una ordinanza ai sensi dell’art. 3 del dpcm 14 gennaio 2021.

Messaggio politico elettorale. Committente: Tobia Zevi

Lo comunica la Regione Lombardia in una nota. La decisione è stata presa “in relazione all’insorgere di cluster di contagio in alcuni comuni lombardi, legati alla diffusione di varianti del virus”. Inoltre con l’ordinanza si dispone che le attività scolastiche e didattiche di tutte le classi delle scuole primarie e secondarie in questi comuni si svolgano esclusivamente con modalità a distanza. Tale sospensione riguarda anche asili nidi e scuole materne. L’ordinanza è valida fino a mercoledì 24 febbraio.

Ore 17,20 – Covid in Italia, 10.386 nuovi casi e 366 decessi – Oggi, martedì 16 febbraio, in Italia si registrano 10.386 nuovi casi di Covid-19 e 366 morti legati alla pandemia. È quanto emerge dal consueto bollettino quotidiano di Ministero della Salute e Protezione Civile. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 274.019 tamponi (compresi i test rapidi), mentre i ricoveri in terapia intensiva sono in calo di 15 unità. Qui il bollettino completo.

Ore 17,00 – Vaccini, J&J ha chiesto autorizzazione uso all’Ema – L’azienda americana Johnson & Johnson ha chiesto ufficialmente all’Agenzia europea per i medicinali (Ema) l’autorizzazione all’uso del suo vaccino contro il Covid-19, il Janssen. Lo rende noto l’Ema.

Ore 16,50 – Scoperta una nuova variante inglese – È stata individuata una nuova variante inglese del virus che per di più potrebbe sfuggire ai vaccini. Denominata B.1.525, è stata trovata in 33 persone anche se il dato potrebbe essere sottostimato, è già descritta in un report dell’università di Edinburgo, i cui ricercatori hanno sequenziato il genoma del Coronavirus di 10 paesi. Leggi l’articolo integrale.

Ore 15,45 – Spagna acquisterà altri 20,8 milioni di dosi da Pfizer – La Spagna riceverà 20,8 milioni di dosi aggiuntive di vaccino Pfizer. Il consiglio dei ministri ha approvato l’accordo che consente alla Spagna di acquistare 20,8 milioni di dosi aggiuntive del vaccino contro il Covid-19 Pfizer/BioNTech, frutto dell’accordo Ue con i produttori del siero e la cui consegna avverrà a partire da aprile. Lo ha annunciato la portavoce dell’esecutivo spagnolo, Maria Jesus Montero, in conferenza stampa.      Montero ha ricordato che a novembre era già stato dato il via libera alla Spagna per ricevere 30 milioni di dosi, con le quali il Paese raggiungerà un totale di 50 milioni di dosi per immunizzare 25 milioni di persone nel corso del 2021.

Ore 15,30 – Vaccino: Moderna, già 45 milioni di dosi a Usa; 100 milioni entro marzo – L’azienda farmaceutica americana Moderna ha annunciato di aver fornito a oggi “45,4 milioni di dosi del vaccino Covid-19 al Governo degli Stati Uniti”. “Ulteriori 33,2 milioni di dosi sono state prodotte e vengono riempite in fiale e sono nelle fasi finali della produzione e dei controlli prima della consegna”, ha spiegato l’azienda in una nota. Moderna prevede inoltre di “fornire 100 milioni di dosi al Governo degli Stati Uniti entro la fine di marzo 2021”. Nel frattempo Moderna ha comunicato all’Unione europea, con cui ha un contratto per la fornitura di 160 milioni di dosi, “che ci saranno dei ritardi delle consegne di febbraio che verranno recuperati a marzo”.

Ore 14,40 – Oms: contagi dimezzati da inizio anno – I casi di contagi da Covid-19 a livello globale sono scesi per la quinta settimana consecutiva. Dall’inizio dell’anno il bilancio settimanale delle infezioni si è quasi dimezzato: lo ha reso noto su Twitter il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus. I casi settimanali, ha precisato Ghebreyesus, sono passati da oltre cinque milioni nel periodo 4-10 gennaio a 2,6 milioni nel periodo 8-14 febbraio.

Ore 14,00 – Ue, Moderna ha comunicato ritardi consegne vaccini a febbraio – L’azienda farmaceutica “Moderna ha comunicato che ci sarà qualche ritardo nelle consegne nel mese di febbraio” del vaccino anti-Covid. Lo ha reso noto una portavoce della Commissione Ue durante la conferenza stampa quotidiana. “I ritardi saranno recuperati nel mese di marzo”, ha aggiunto la portavoce senza fornire ulteriori dettagli.

Ore 12,30 – Covid, ultime notizie: studio Usa individua 7 varianti – Da quella inglese a quella brasiliana, le nuove varianti “che presentano diverse mutazioni nella proteina spike, non dovrebbero in teoria causare problemi ai test antigenici, in quanto questi rilevano la proteina N”. Tuttavia “è da tenere presente che anche per la proteina N stanno emergendo mutazioni che devono essere attentamente monitorate per valutare la possibile influenza sui test antigenici che la usino come bersaglio”. A spiegarlo è una nuova circolare del Ministero della Salute sui test antigenici rapidi alla luce della circolazione delle nuove varianti del virus.

Ore 11,30 – In Olanda il tribunale ordina al governo di revocare il coprifuoco – Un tribunale dell’Aia ha ordinato al governo olandese di revocare il coprifuoco imposto per arginare i contagi da Covid-19 in quanto non è dimostrata “l’urgenza” del provvedimento. “Il coprifuoco va revocato immediatamente”, si legge nella nota del tribunale, secondo il quale la misura “è stata introdotta come emergenza ma “in assenza di un’emergenza quale potrebbe essere la rottura di una diga”. Il coprifuoco ha causato forti proteste in Olanda, spesso sfociate in violenze e tafferugli.

Ore 07,00 – Vaccino: superata la soglia di 3 milioni di somministrazioni – Superata la soglia dei 3 milioni di somministrazioni vaccinali. Sono infatti 3.044.535 le dosi di vaccino contro il Covid-19 finora somministrate in Italia, l’83.4% del totale di quelle consegnate (3.651.270, di cui 3.288.870 Pfizer/BioNTech, 112.800 Moderna e 249.600 Astrazeneca). La somministrazione ha riguardato 1.918.301 donne e 1.126.234 uomini. Le persone che hanno ricevuto entrambe le dosi sono 1.288.023. E’ quanto si legge nel report online del commissario straordinario per l’emergenza sanitaria aggiornato alle 20 di oggi. Nel dettaglio, le dosi sono state somministrate a 2.058.022 operatori sanitari, 570.912 unità di personale non sanitario, 328.920 ospiti di strutture residenziali e 86.681 over 80.

Covid ultime notizie in Italia e nel mondo: cosa è successo ieri

Variante inglese, Iss: “Presto dominante in Italia, rafforzare le misure in tutto il Paese” – “Nel contesto italiano, in cui la vaccinazione delle categorie di popolazione più fragile sta procedendo rapidamente ma non ha ancora raggiunto coperture sufficienti, la diffusione di varianti a maggiore trasmissibilità può avere un impatto rilevante se non vengono adottate misure di mitigazione adeguata”. Lo sottolinea l’Istituto superiore di sanità nello studio di prevalenza della variante VOC 202012/01 (Regno Unito) in Italia relativo alla indagine svolta lo scorso 4-5 febbraio.

Covid, il bollettino del 15 febbraio  – Il bollettino Covid di ieri, lunedì 15 febbraio 2021, riferisce di 7.351 nuovi casi e 258 i morti, a fronte di 179.278 tamponi effettuati. Il tasso di positività è del 4,1%, a fronte del 5,3% di ieri (-1,2% in 24 ore). Qui tutti i dati.

“Abbandonati e umiliati”: la protesta dei maestri di sci per le nuove chiusure – Il Collegio Nazionale dei maestri di sci, appresa la notizia che vieta lo svolgimento delle attività sciistiche amatoriali, ufficializzata alle ore 19 di domenica 14 febbraio 2021 per mezzo di un comunicato stampa del Ministero della sanità, intende esprimere tutto il suo sgomento e la disarmante situazione di abbandono che sembra voler solamente penalizzare la montagna, i suoi operatori e in particolare i maestri di sci italiani. Leggi l’articolo integrale.

Ue: “vaccini a tutti gli europei entro fine estate” – Il commissario europeo, Thierry Breton, alla guida della Task force europea per il rafforzamento della capacità produttiva dei vaccini, fissa come obiettivo di “vaccinare entro fine estate” tutti i cittadini europei che lo vorranno. Intervistato dall’emittente francese BFM-TV, Breton ha detto che bisogna “fare in modo di poter vaccinare entro fine estate tutti coloro che vorranno essere vaccinati”. “Mi assumo l’impegno di fare il massimo per raggiungere questo obiettivo”, ha assicurato, restando comunque prudente: “In un’impresa – ha detto – non si è mai sicuri al 100 per cento”.

Roma, al via la campagna vaccinale per forze dell’ordine e vigili del fuoco – A Roma e provincia è iniziata ieri la campagna vaccinale per forze dell’ordine e vigili del fuoco con le dosi AstraZeneca. Le somministrazioni per gli operatori under 55 previste nei cinque hub della provincia: saranno circa 800 al giorno.

Palù (Aifa): “Servono altri due mesi di sacrifici, no a riaperture” – Gli italiani si chiedono quando finirà la pandemia di Covid 19 in Italia e dal professor Giorgio Palù, presidente dell’agenzia italiana del farmaco (Aifa), arriva un invito ad avere fiducia. “Se terremo a bada il virus nei prossimi due-tre mesi, forse usciremo dal raggio della sua minaccia”, dice il virologo, intervistato dal Corriere della Sera. Leggi l’articolo integrale.

Leggi anche: 1. L’improvvisa e insopportabile campagna contro gli scienziati “gufi” (di Selvaggia Lucarelli) / 2. La scienza in tempo di pandemia è anche politica, ma Ricciardi sembra ignorarlo (di Luca Serafini)

51
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.