Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:29
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Covid, nuovo studio italiano: un ricoverato su 5 torna in ospedale entro sei mesi dalla guarigione

Immagine di copertina
Credit: ANSA/FILIPPO VENEZIA

Covid, nuovo studio italiano: un ricoverato su 5 torna in ospedale entro sei mesi dalla guarigione

Uno su cinque. È l’allarmante percentuale riportata in un nuovo studio italiano sugli effetti del cosiddetto “Long-Covid”, secondo il quale il l 19,5% delle persone dimesse dopo un ricovero per Covid-19 è stato costretto a tornare in ospedale per qualsiasi motivo nei sei mesi successivi alla guarigione. La ricerca,  in via di pubblicazione sulla prestigiosa Journal of Internal Medicine, ha analizzato i dati sanitari di 48.148 cittadini lombardi che hanno contratto la malattia durante la prima ondata e sono risultati negativi entro il 30 giugno 2020. Tramite il codice identificativo utilizzato dal sistema sanitario nazionale, i ricercatori hanno potuto confrontare il numero di prestazioni erogate nei sei mesi precedenti la prima ondata (da giugno a dicembre a 2019) a il periodo successivo alla guarigione (giugno-dicembre 2020). Secondo lo studio, realizzata dai ricercatori del Policlinico di Milano, dell’ospedale San Giuseppe e dell’università di Milano, della Regione e dell’Istituto Mario Negri, il 15,6% dei pazienti usciti dalla terapia intensiva è stato ricoverato nuovamente, mentre il 2 percento di chi è stato ricoverato nei reparti normali è morto entro sei mesi dalla guarigione. Una percentuale pari all’1,2% per chi i contagiati che non erano stati ricoverato.

“Chiamiamola come vogliamo: ‘post Covid condition’ o ‘Long Covid’. Il risultato è che anche dopo la guarigione dei problemi rimangono”, ha detto a La Repubblica Alessandro Nobili, uno dei ricercatori dell’Istituto Mario Negri. “I registri della Regione lo dimostrano in maniera oggettiva. Confermano che la pandemia resterà un problema per il sistema sanitario più a lungo di quanto non pensiamo”.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL COVID IN ITALIA E NEL MONDO
TUTTI I NUMERI SUL COVID NEL MONDO
Ti potrebbe interessare
Cronaca / L'Aquila, auto finisce nel giardino di un asilo: morto un bambino
Cronaca / Fedez invita Liliana Segre al suo podcast: “Sarei felice di ospitarla a Muschio Selvaggio”
Cronaca / Perdita dell’udito, rash cutanei, orticaria: i nuovi sintomi della variante Omicron
Ti potrebbe interessare
Cronaca / L'Aquila, auto finisce nel giardino di un asilo: morto un bambino
Cronaca / Fedez invita Liliana Segre al suo podcast: “Sarei felice di ospitarla a Muschio Selvaggio”
Cronaca / Perdita dell’udito, rash cutanei, orticaria: i nuovi sintomi della variante Omicron
Cronaca / Covid, 30.408 casi e 136 morti: il bollettino di oggi
Cronaca / L’Aquila, auto finisce nel giardino di un asilo: morto un bambino
Cronaca / Ruby ter, la pm: “Berlusconi aveva schiave sessuali, questa è storia”
Cronaca / Giornalisti picchiati alla cena della Roma, la società caccia il bodyguard
Cronaca / Suicidio assistito, l'appello di Fabio Ridolfi: "Lo Stato mi aiuti a morire"
Cronaca / Mosca espelle 24 diplomatici italiani: “Da Roma azioni ostili e immotivate”
Cronaca / Flatulenze al Tg1, la giornalista Mondini: “In ufficio non si respirava, i capi dissero ‘calci in c**o per chi non resta”