Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:16
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

“Morti per Covid in Italia sovrastimati del 10%”: l’indagine dell’Istat

Immagine di copertina

Secondo un’indagine dell’Istat in Italia la mortalità per Covid è stata sovrastimata, perché, tra i certificati medici analizzati fino a febbraio 2022, in uno su dieci il virus non è la causa direttamente responsabile del decesso, dovuto “ad altre cause, tra le quali le più rappresentate sono le malattie del sistema circolatorio e i tumori”, ha spiegato al Corriere della Sera Graziano Onder, geriatra dell’Istituto Superiore di Sanità. Secondo il medico è possibile che nel confronto con l’Europa l’Italia abbia una sovrastima di circa il 10 per cento di morti Covid.

Delle 161.336 vittime registrate in Italia dall’inizio della pandemia, 16mila sarebbero state causate non solo dal Sars-Cov2. Motivo per cui secondo l’Oms l’unico metodo attendibile per calcolare la mortalità “per” Covid è l’eccesso rispetto ai 4-5 anni precedenti. Stando a questo calcolo, confrontando cioè l’eccesso di mortalità del 2020 e del 2021 rispetto agli anni precedenti, l’Italia avrebbe più vittime dei Paesi nordici – dove il sistema sanitario ha retto meglio e l’età media della popolazione è più bassa -, sarebbe in linea con la Francia e avrebbe meno decessi della Polonia o del Belgio.

Guardando invece alla classifica europea che considera i morti per Covid per milioni di abitanti negli ultimi otto mesi, riporta il quotidiano, il nostro Paese si piazza al dodicesimo posto, mentre si trova al sesto in quella dell’immunità vaccinale della popolazione: l’80 per cento di persone hanno ricevuto almeno una dose in Italia. Per quale motivo, allora, nella prima classifica si trova così in basso? Il motivo, spiega Onder, potrebbe essere proprio la sovrastima dei morti. “Il calcolo di morti Covid per abitanti non è un parametro attendibile“, avverta Onder. “Ci sono infinite variabili che diventano concause”. Tra queste appunto l’età della popolazione: “L’Italia è il secondo Paese più vecchio al mondo, dopo il Giappone”, ricorda Onder.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 29.875 casi e 95 morti: il bollettino del 24 maggio 2022
Cronaca / L’ex giudice Carnevale: “Falcone non era il più importante pm antimafia, esaltato oltre i suoi meriti”
Cronaca / Vaiolo delle scimmie, l’Ecdc: "Rischio che diventi endemico in Europa"
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 29.875 casi e 95 morti: il bollettino del 24 maggio 2022
Cronaca / L’ex giudice Carnevale: “Falcone non era il più importante pm antimafia, esaltato oltre i suoi meriti”
Cronaca / Vaiolo delle scimmie, l’Ecdc: "Rischio che diventi endemico in Europa"
Cronaca / Roma, venditore di rose dà fuoco ai capelli di una ragazza: “Era deluso dalle poche vendite”
Cronaca / La giocatrice di basket difende il suo allenatore: “Non c’è stato nessuno schiaffo, avevo sbagliato un tiro”
Cronaca / Strage di Capaci, perquisizioni della Dia nella redazione di Report e a casa dell’inviato Mondani
Cronaca / Basket, allenatore dà uno schiaffo a una giocatrice 17enne per un canestro sbagliato: “Mi scuso, volevo spronarla”
Cronaca / Roma, maltratta la fidanzata e la costringe a tatuarsi il suo nome sul viso
Cronaca / Ferrero torna in libertà: “Questi sei mesi sono stati tremendi”
Cronaca / Malore in volo durante le riprese di un film: pilota atterra, ma muore poco dopo. Salvo il passeggero