Quella maledetta festa in discoteca a Porto Rotondo: 8 positivi (per ora)

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 17 Ago. 2020 alle 15:18 Aggiornato il 17 Ago. 2020 alle 15:49
240
Immagine di copertina

Covid, allarme per il cluster in discoteca e importato a Roma

Mentre il governo fa i conti con le polemiche esplose dopo la chiusura delle discoteche – decisa domenica 16 agosto con un’ordinanza che scadrà il 7 settembre prossimo – continuano ad emergere focolai di Covid esplosi in locali notturni prima della stretta: uno di questi durante una festa che si è tenuta l’8 agosto in una nota discoteca di Porto Rotondo, in Sardegna, che ora si sta rivelando in un incubo per una comitiva di otto ragazzi di Roma, risultati positivi al Coronavirus dopo il rientro.

I primi, tra i 18 e i 29 anni, hanno iniziato a sentirsi poco bene dopo il rientro nella capitale, quando erano già entrati in contatto con diverse persone, nonché con i familiari ritrovati dopo la vacanza in Costa Smeralda. Come riporta il Corriere della Sera, se uno di loro è tornato dalla Sardegna in aereo privato, gli altri prima di fare rientro a casa con voli di linea e traghetti, hanno fatto tappa anche all’Argentario: e adesso il focolaio rischia di essere stato importato anche in città.

I genitori delle due prime due ragazze che hanno manifestato i sintomi – residenti in un quartiere di Roma nord – hanno deciso di rivolgersi a una clinica privata per sottoporle al tampone. Dopo il risultato positivo, hanno allertato gli altri membri del gruppo e la Asl di Roma, ma senza dare informazioni sufficienti a tracciare la catena di trasmissione: hanno scelto infatti di non comunicare il nome esatto della serata a cui hanno partecipato i figli, salvo dire che era stata animata da “un dj romano in un noto locale di Porto Rotondo” l’8 agosto.

Il cluster sardo però non coinvolge solo questo gruppo di ragazzi, perché – sempre secondo l’edizione romana del quotidiano – erano decine le comitive di Roma e di Milano presenti alla festa. E adesso, dopo pochi messaggi in chat, è scattato l’allarme e la quarantena per tutti i contatti in attesa dei risultati dei test sierologici e molecolari, che secondo i primi risultati della Regione Lazio avrebbero dato esito positivo per otto di loro. “Quella sera nel locale c’ero anch’io con i sei amici con cui sono partito per la Sardegna per una settimana. L’altro giorno mi chiama un amico e mi dice delle ragazze positive al Coronavirus. Ho deciso di fare il test al San Filippo Neri e ora sono in attesa del risultato”, aveva raccontato uno di loro al Corriere, in isolamento per “non far rischiare la famiglia” .

Leggi anche: 1. Coronavirus, le nuove decisioni del governo: discoteche chiuse in tutta Italia e mascherine anche all’aperto dalle 18 alle 6 / 2. Chiusura discoteche, Sileri a TPI: “Si è scelto il principio di massima precauzione” / 3. Santanché a TPI: “La mia discoteca resta aperta, l’unica cosa vietata è ballare”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

240
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.