Covid ultime 24h
casi +10.593
deceduti +541
tamponi +257.034
terapie intensive -49

Covid, tregua a Natale e poi altri 30mila morti in Italia entro fine gennaio: le previsioni dell’Istituto finanziato da Bill Gates

Di Antonio Scali
Pubblicato il 5 Dic. 2020 alle 11:36 Aggiornato il 5 Dic. 2020 alle 18:47
514
Immagine di copertina

Non sono esattamente rosee le previsioni dell’Institute for health metrics and evaluation, finanziato dalla Fondazione di Melinda e Bill Gates. Secondo queste proiezioni, infatti, il peggio non è ancora passato. Se nelle ultime settimane c’è stato un leggero calo del numero dei contagi in Italia, che comunque si attestano intorno ai 20mila al giorno, c’è da registrare un dato particolarmente alto nel numero delle vittime, circa 800 in più al giorno, arrivando in alcuni casi a sfiorare quota mille.

Per questo non bisogna abbassare la guardia, anche in vista delle festività natalizie. Le centinaia di morti al giorno non sono freddi numeri, ma vite spezzate e famiglie in lutto. Il Governo con il nuovo Dpcm ha introdotto misure restrittive, come il divieto di spostamento tra Regioni dal 21 dicembre al 6 gennaio, per evitare una terza ondata.

Come detto, è proprio il numero giornaliero dei decessi che non accenna a frenare. Secondo i dati ufficiali, tra ottobre e novembre, in Italia, hanno perso la vita per Covid circa 22.000 persone. Secondo le proiezioni del prestigioso Istituto finanziato da Bill Gates, il numero dei morti nel nostro Paese potrebbe iniziare a subire una lieve flessione tra il 20 e il 23 dicembre, quindi intorno a Natale.

L’Ihme, però, prevede una nuova impennata a fine gennaio 2021, quando l’Italia potrebbe arrivare a registrare ulteriori 30.000 morti, arrivando così a 90.000 persone decedute per Covid sin dall’inizio dell’emergenza. Ma perché in questa fase il virus uccide di più? Nella seconda ondata la pandemia ha riguardato tutto il Paese, anche le Regioni del Centro-Sud che in primavera erano state meno colpite dal virus. Per questo l’ipotesi di una terza ondata non è purtroppo da scartare. Molto dipenderà dai comportamenti che tutti adotteremo durante queste festività, cercando di evitare gli errori commessi in estate. Il rischio altrimenti è quello di mettere in crisi la tenuta del sistema sanitario nazionale, proprio nel periodo in cui è previsto l’arrivo delle prime dosi di vaccino anti-Covid.

Leggi anche: 1. A Natale e Capodanno non si potrà uscire dal proprio Comune, nessuna deroga per i ricongiungimenti: le regole in arrivo / 2. Covid, Speranza presenta al Parlamento il piano vaccini del governo: “Sarà gratuito per tutti gli italiani” / 3. Vaccino Covid, 202 milioni di dosi in arrivo per l’Italia nel primo trimestre 2021

4. Regno Unito, approvato vaccino Pfizer-BioNtech, sarà disponibile in tutto il Paese dalla prossima settimana / 5. Crisanti: “Si parla di sci con 600 morti al giorno. Non siamo un paese normale” / 6. Il matrimonio si trasforma in un incubo a causa del Covid: contagiati 21 invitati su 34. ”È la dimostrazione di quanto sia pericolosa la convivialità in questo periodo”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

514
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.