Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Coronavirus, i tamponi rapidi sono affidabili? Il chirurgo plastico Roy de Vita: “Nella mia famiglia tre falsi negativi”

Immagine di copertina

Coronavirus, tamponi rapidi affidabili? Roy de Vita: “Tre falsi negativi”

Mentre l’Istituto Spallanzani di Roma prosegue con la sperimentazione sull’uomo del vaccino contro il Coronavirus, in Italia monta il caso tamponi rapidi, soprattutto dopo la denuncia del chirurgo plastico Roy de Vita che ha sollevato non pochi dubbi sull’efficacia di questi strumenti per tracciare e arginare il contagio. Il primario di chirurgia plastica ricostruttiva all’Istituto tumori Regina Elena di Roma ha raccontato, su Facebook, la sua esperienza con i tamponi rapidi, proprio quelli che la Regione sta facendo a tappeto nei porti e negli aeroporti su coloro che rientrano dalle vacanze. A essere sottoposti ai test sono stati i due figli della compagna Raffaella Leone, oltre alla fidanzata di uno dei due, tornati da poco da una vacanza in Sardegna e avvertiti da un’amica, presente a Porto Cervo, risultata positiva. “I ragazzi – racconta de Vita – non avevano sintomi. La mia compagna ha subito contattato il laboratorio di un’università privata accreditata per l’esame a domicilio”.

Mezz’ora dopo l’orario in cui l’università dà loro appuntamento per i tamponi veloci, sono arrivati già i risultati: tutti e tre i ragazzi erano negativi. Ma uno di loro aveva la febbre a 37.5: “Come hanno fatto a ricavare il risultato in un tempo così breve?”, si chiede de Vita. La compagna gli ha raccontato che è stato eseguito il tampone nasale, non quello faringeo. Il test è stato immerso in un contenitore con il reagente e dopo qualche secondo è arrivato l’esito, negativo. “Mi sono documentato – racconta ancora il chirurgo plastico – e ho visto che il tampone rapido non ricerca il virus, ma l’antigene virale: c’è una grande differenza di metodo”. Il giorno dopo, allora, de Vita ha portato i tre ragazzi a eseguire un tampone classico. Dopo tre ore e mezza, il risultato è stato positivo per tutti e tre, “con una forte carica virale. Se non avessi fatto ripetere loro il tampone adesso circolerebbero liberi come untori. Allora mi chiedo, quanti falsi negativi girano in Italia al rientro dalle vacanze?”.

A stretto giro è arrivata anche la risposta dell’Istituto Spallanzani ai dubbi sollevati da de Vita: “I test veloci – ha spiegato il direttore sanitario Francesco Vaia – che il ministero della Salute e la Regione Veneto ci hanno chiesto di validare, sono stati testati da un gruppo di specialisti che si occupa di questo da una vita. Sono virologi che hanno isolato il virus. I famigliari di De Vita hanno fatto il test nella sanità privata, non è il nostro test”. Lo Spallanzani, ha continuato Vaia, sta “cercando i positivi e questo test lo permette. I tamponi tradizionali vengono fatti successivamente e rimangono i tamponi di elezione”.

Leggi anche: 1. Briatore positivo: è ricoverato a Milano, le sue condizioni sono “buone”. Al Billionaire 52 positivi / 2. Briatore aveva la febbre in Sardegna: “Ma Zangrillo mi ha detto che è un raffreddore” | VIDEO / 3. Ilaria Capua: “Seconda ondata si può evitare. Reinfezioni? Succedono, sono un’ombra sui vaccini”

4. Cose che dopo il Covid non sono più tornate come prima / 5. Coviddi (non) ce n’è: la crociata negazionista degli anti-virus / 6. Lombardia, “I vaccini anti-influenzali promessi da Gallera non bastano: si rischia il caos nelle scuole”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO
CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Scarcerazione Zaki, l’amica e collega a TPI: “Siamo increduli e felici, ma continuiamo a combattere. Non è ancora libero”
Cronaca / Covid, l’allarme dell’ECDC: “La situazione è molto grave con le feste può peggiorare”
Cronaca / Covid, oggi 15.756 casi e 99 morti: tasso di positività al 2,3%
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Scarcerazione Zaki, l’amica e collega a TPI: “Siamo increduli e felici, ma continuiamo a combattere. Non è ancora libero”
Cronaca / Covid, l’allarme dell’ECDC: “La situazione è molto grave con le feste può peggiorare”
Cronaca / Covid, oggi 15.756 casi e 99 morti: tasso di positività al 2,3%
Cronaca / Latina, ragazza aggredita a calci e pugni da tre bulle per un sguardo
Cronaca / Blitz antimafia, 32 arresti nel Foggiano. “Il mare è nostro”: il clan si era preso anche la pesca
Cronaca / Vitamina D per evitare il Covid: convinto no vax finisce in terapia intensiva per overdose
Cronaca / Valle D’Aosta, valanga a La Thuile travolge due sciatori: 25enne in gravissime condizioni
Cronaca / Covid, il governo non esclude nuove restrizioni a Natale in caso di peggioramento dell’indice Rt
Cronaca / Palermo, bambina di 11 mesi in overdose: è il quarto caso in meno di un mese
Cronaca / Persone abbandonate su barelle per giorni, medici costretti a turni massacranti: il PS di Rieti è al collasso