Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 21:45
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Coprifuoco, la data chiave per la decisione è il 14 maggio: ecco le tappe

Immagine di copertina
Ristorante vuoto prima del coprifuoco delle 22 Credits: Flikr

Per spostare il limite di circolazione alle 23 o alla mezzanotte serviranno tre monitoraggi con esito verso il basso

L’accordo trovato in maggioranza sulla revisione del coprifuoco si basa su tre date chiave, e la decisione non arriverà prima del 14 maggio. È quel giorno che, in base alle aperture entrate in vigore il 26 aprile sarà possibile valutare l’impatto del ritorno della zona gialla sulla curva epidemiologica, e decidere l’eventuale spostamento del limite alla circolazione alle 23 o forse alle 24.

La decisione, come scrive Fiorenza Sarzanini in un articolo pubblicato oggi sul Corriere della Sera, avrà valore nazionale e dovrà quindi tenere conto anche delle Regioni in cui l’indice di trasmissibilità Rt è superiore. Per poterla prendere in sicurezza, serviranno tre monitoraggi con esito verso il basso: due della curva epidemiologica e uno dell’indice Rt.

Il primo di questi è in programma per domani, venerdì 30 aprile, ma il suo esito non sarà determinante, perché si baserà su dati che precedono l’entrata in vigore del nuovo decreto, ma servirà a stabilire i nuovi colori delle Regioni, individuando le aree maggiormente a rischio.

Il  7 maggio, a due settimane dalle nuove riaperture e a sei giorni dal weekend del 1° maggio, ci sarà una nuova, importante, verifica. Poi, una settimana dopo, si terrà il terzo e decisivo monitoraggio: sarà in base ai dati del 14 maggio che si deciderà se, a partire da lunedì 17 maggio, il coprifuoco si potrà spostare alle 23 o addirittura a mezzanotte.

Le decisioni sulle riaperture, dunque, saranno prese in base ai numeri di contagi, ospedalizzazioni e vaccinati, come già preannunciato dal presidente del Consiglio Mario Draghi, e non sulla base delle pressioni della Lega, in cui leader Matteo Salvini sta conducendo un duello con Giorgia Meloni per la guida del centrodestra, ed è deciso a non lasciare a Fratelli d’Italia la battaglia sul tema coprifuoco.

Leggi anche: 1. Coprifuoco, la Camera boccia odg di FdI per l’abolizione /2. Coprifuoco, Salvini attacca Crisanti: “Bassetti dice che non serve, qualcun altro si occupa di zanzare” | VIDEO /3. Coprifuoco, Tommaso Zorzi contro Salvini: “Petizione di me**a”. Il leghista replica: “Rispetta gli italiani”

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Scudetto Inter, in 3.000 per la festa al San Siro: rispettato uso mascherina | VIDEO
Cronaca / Covid, 10.176 casi e 224 morti nell'ultimo giorno
Cronaca / Milano, in migliaia in piazza per sostenere il Ddl Zan: “Una legge di civiltà”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Scudetto Inter, in 3.000 per la festa al San Siro: rispettato uso mascherina | VIDEO
Cronaca / Covid, 10.176 casi e 224 morti nell'ultimo giorno
Cronaca / Milano, in migliaia in piazza per sostenere il Ddl Zan: “Una legge di civiltà”
Cronaca / “Almeno 100 colpi” sparati dalla Guardia costiera libica al peschereccio italiano
Cronaca / Ennesima tragedia sul lavoro: operaio muore cadendo da un ponteggio di 4 metri
Cronaca / Roma, barista trovato impiccato nel suo locale: "Era depresso per la crisi economica"
Cronaca / “Mi disse che l’avevano stuprata”: caso Ciro Grillo, il racconto del maestro di kitesurf
Cronaca / Vaccini, l'appello di Papa Francesco: "Sospendere i brevetti, siano di tutti"
Cronaca / "Undici frammenti": esce il podcast sul caso Marta Russo
Cronaca / Razzo cinese, Protezione Civile: “Scarsa possibilità che colpisca l’Italia”