Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:28
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Civitanova, l’autopsia su Alika: “Morto per schiacciamento, forse soffocato”

Immagine di copertina

Civitanova, l’autopsia su Alika: “Morto per schiacciamento, forse soffocato”

La morte di Akila Ogorchukwu sarebbe dovuta allo “schiacciamento del corpo” subito durante la violenta aggressione di venerdì scorso nel pieno centro di Civitanova Marche. Lo confermano i primi risultati dell’autopsia eseguita sulla salma del del 39enne nigeriano, secondo cui le cause della morte sarebbero compatibili con lo schiacciamento del corpo, “da cui sarebbe probabilmente scaturito anche un soffocamento”. All’esame, eseguito dal medico legale nominato dalla procura di Macerata, era presente un consulente di parte, nominato dai parenti della vittima.

L’esame è iniziato poco dopo le 11 di ieri ed è stato preceduto dal riconoscimento della salma da parte della moglie, Charity Oriachi, che ha voluto vedere il marito per l’ultima volta. “Un momento straziante, di profonda disperazione”, ha riferito Francesco Mantella, avvocato che tutela i familiari della vittima.

Filippo Ferlazzo, il 32enne che venerdì scorso ha pestato a morte Ogorchukwu, è stato definito un soggetto “violento e con elevata pericolosità sociale” nell’ordinanza con cui il giudice per le indagini preliminari ha disposto la custodia in carcere. Il gip ha fatto riferimento a un “disturbo bipolare” per il 32enne che dovrà essere approfondito. Claudio Rastrelli, il sostituto procuratore di Macerata che sta indagando sulla vicenda, ha inoltre dichiarato che dovrà valutata la posizione dell’amministratore di sostegno di Ferlazzo, ovvero la madre, e sul perché si trovasse a così tanta distanza dal giovane, sempre tenendo presente quali fossero gli effettivi compiti del suo ruolo. Secondo Rastrelli, è stato inoltre eslcuso per Ferlazzo Il profilo dell’aggravante razziale.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Venezia, tenta di uccidere la moglie con una balestra e poi si suicida
Cronaca / Maxitruffa a Rimini: 500 persone versano la caparra per una stanza d’albergo che non c’è
Cronaca / Rovigo, fa il bagno a mezzanotte e scompare. Lo ritrovano vivo dopo nove ore
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Venezia, tenta di uccidere la moglie con una balestra e poi si suicida
Cronaca / Maxitruffa a Rimini: 500 persone versano la caparra per una stanza d’albergo che non c’è
Cronaca / Rovigo, fa il bagno a mezzanotte e scompare. Lo ritrovano vivo dopo nove ore
Cronaca / Nel Cuneese 50 mucche sono state uccise dal sorgo
Cronaca / Ambiente, il ghiaccio in Antartide è al valore più basso di sempre: 7% sotto la media
Cronaca / Roma, respinge le avance dell’amico: 20enne massacrata di botte e lasciata a terra priva di sensi
Cronaca / Ancona, ragazzo viene travolto e ucciso da un’autocisterna alla fermata del bus
Cronaca / 27enne si suicida in carcere. L’ultima lettera al fidanzato: “Perdonami amore mio, sii forte, ti amo e scusami”
Cronaca / “Alessia Pifferi non è un mostro, piange tutto il giorno”: parla Sara Ben Salha
Cronaca / Femminicidio nel torinese: anziano uccide moglie a bastonate