Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 15:47
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

“All’inizio sembrava che non volesse”: le chat di Ciro Grillo e gli amici accusati di stupro

Immagine di copertina

La vicenda del presunto stupro di gruppo in cui è coinvolto anche Ciro Grillo, figlio di Beppe, si arricchisce di particolari. Repubblica oggi riporta alcuni stralci delle chat di gruppo in cui i ragazzi parlavano, il giorno dopo l’incontro a Cala di Volpe, dei rapporti sessuali avuto con la studentessa italo-norvegese. Ciro Grillo, Edoardo Capitta, Vittorio Lauria e Francesco Corsiglia sembrano sereni e divertiti. Almeno dalle chat non sembrano emergere elementi che farebbero pensare il contrario: appellano la ragazza con epiteti osceni e  si vantano del “trofeo”. “È stato forte”, risponde uno degli indagati a un amico che lo tartassa di “dimmi”, “dimmi cos’è successo ieri”. Una curiosità che riesce a sedare solo con un “poi ti dirò, fra’, sono stanchissimo…”.

I messaggi vengono scambiati su Instagram con i partecipanti di “Official Mostri”, un gruppo privato (ora rimosso) di cui facevano parte Ciro Grillo e gli altri, e il cui motto è “Vivere sempre e comunque da mostro, seguire le 3 regole per essere un mostro: scittare, bere, bettare”. Scittare, bere e bettare: in dialetto fumare (o prendere in giro), bere e scommettere.

Ecco alcune frasi sottolineate dagli inquirenti: “All’inizio sembrava che non volesse…”. Una frase che per l’accusa sarebbe un indizio che Silvia non era consenziente prima di aver bevuto la vodka; per le difese, invece, un segnale che la studentessa milanese avrebbe cambiato idea nei confronti dei ragazzi, decidendo con coscienza di avere rapporti sessuali con loro. “3 vs 1”, scrivono agli amici, sintetizzando e certificando ciò che si vede nel famoso video di 24 secondi girato con lo smartphone. “Io ritengo, invece, che non ci sono elementi di valutazione delle prove in quelle chat”, sostiene Romano di Raimondo, che difende insieme a Gennaro Velle il 21 enne Francesco Corsiglia.

Leggi anche: 1. “Dopo quella notte era sconvolta”: parla un amico della ragazza che ha denunciato Ciro Grillo e i suoi amici 2.“Mi hanno violentata”: ecco cos’è successo quella notte nella villa di Grillo in Sardegna. La ricostruzione 3. Beppe Grillo: “Mio figlio non è uno stupratore. Allora arrestate me” 4. Il dolo di Grillo tra pregiudizi e luoghi comuni 5. Il video di Grillo andrebbe mostrato nelle scuole ogni volta che si deve spiegare come non si parla di stupro (di S. Lucarelli)

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Bollette luce e gas, come difendersi dai rincari record
Cronaca / Inps, arriva il servizio “Pensami”: aiuterà le persone a conoscere il loro futuro pensionistico
Cronaca / Quirinale, una dodicenne si fa portare a Roma per l’elezione: “Da grande farò politica”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Bollette luce e gas, come difendersi dai rincari record
Cronaca / Inps, arriva il servizio “Pensami”: aiuterà le persone a conoscere il loro futuro pensionistico
Cronaca / Quirinale, una dodicenne si fa portare a Roma per l’elezione: “Da grande farò politica”
Cronaca / Green pass, durata illimitata per i guariti e chi è vaccinato con la terza dose
Cronaca / Quirinale, Casini, Draghi e Belloni in pole. Letta: “Non ci sarà un presidente di destra”
Cronaca / Covid, 167.206 casi e 426 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività al 15,2%
Cronaca / Licata, uccide 4 familiari e poi si uccide in strada: morti ragazzi di 11 e 15 anni
Cronaca / “Mi si stringe il cuore al pensiero di mio figlio che pulisce il giacchetto dagli sputi”: parla il padre del bambino insultato perché ebreo
Cronaca / Papa Francesco: “I genitori non condannino i figli gay”
Cronaca / Cagliari, 30enne disoccupato cerca di farsi vaccinare al posto di un no vax in cambio di una cena