Carabinieri arrestati a Piacenza, ai domiciliari la compagna dell’appuntato Montella: le intercettazioni

Di Antonio Scali
Pubblicato il 24 Lug. 2020 alle 14:54 Aggiornato il 24 Lug. 2020 alle 15:16
810
Immagine di copertina

Il traffico di droga e i soldi da nascondere. L’appuntato Giuseppe Montella condivideva proprio tutto con la sua compagna e complice Maria Luisa Cattaneo. Gli affari, i soldi, le frequentazioni con i pusher. Prima per il carabiniere di Piacenza finito al centro dello scandalo la separazione dalla moglie dalla quale aveva avuto un figlio, poi il legame con la sua Mary.

I due adesso stanno insieme da quattro anni, e per lei Montella era riuscito ad ottenere anche il pass per entrare nella zona a traffico limitato di Piacenza, normalmente riservato a chi svolge “funzione di ordine pubblico”. Dalle intercettazioni dei magistrati che indagano sulla caserma degli orrori di via Caccialupo a Piacenza emergono dettagli inquietanti. In questa conversazione, pubblicata da Il Corriere della Sera, ad esempio l’appuntato si vanta con il figlio di appena 11 anni di aver pestato bene un carcerato, tanto da essersi stirato.

Padre: «Ieri mi sono fatto un male».
Figlio: «Cosa ti sei fatto?»
Padre: «Mi sono…quasi…secondo me ho preso un piccolo strappo»
Figlio: «Facendo che roba?»
Padre: «Perché sono corso dietro a un negro per prenderlo che se ne era scappato …e a freddo min… mi sono fatto un male della Madonna»
Figlio: «L’hai preso poi?»
Padre: «Mmm»
Figlio: «Gliele avete date?»
Padre: «Mmm»
Figlio: «Chi eravate?»
Padre: «Io, Giacomo (n.d.r.: Giacomo Falanga), Salvo (n.d.r.: Salvatore Cappellano) Daniele (n.d.r.: Daniele Spagnolo) Angelo (n.d.r.: Angelo Esposito)
Figlio: «Chi l’ha picchiato?»
Padre: «Eh un po’ tutti che se mi fa male caz…!!! Un male ho sentito ieri mi sono dovuto mettere l’Arnica, cerotti. Ho fatto lo scatto a freddo!!».

Al telefono con la sua compagna Mary Cattaneo parla senza troppi problemi dei soldi della droga, di partite di stupefacente e le fornisce anche dosi di marjiuana per uso personale.

Montella: «Senti il profumo che fa quel coso»
Compagna: «Eh si…»
Montella: «Amore è resina pura. Fatto veramente bene…porto su lo mettiamo un attimo nel..nel..nella parte di dietro in lavanderia no?»
Compagna: «E se lo metti sul balcone?»
Montella: «No allora lo metto nel garage dai, c’ho le chiavi qua….. un attimo a volo nel garage»
Compagna: «Lo metto sul balcone se vuoi?»
Montella «Ma amore..se mai lo pe… se perdo?».
Compagna: «Te lo metto dentro un barattolo»

I due in un’altra intercettazione parlano anche di soldi illeciti, nascosti in una cartellina. “Amore questa cartellina con i soldi posso metterla nel baule?”, chiede Mary Cattaneo. Il compagno però ha necessità di soldi contanti: “No amore mettila davanti perché mi servono i soldi, ho solo 50 euro………. anzi ti.. sfilami da dentro 100 euro e poi quella la metti nel baule”.

Leggi anche: 1. Caserma Piacenza, storia del carabiniere che si è rifiutato di commettere illeciti / 2. La madre di Montella lo difende: “È un bravo ragazzo, parlano di Gomorra perché veniamo da Napoli

810
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.