Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:09
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Carabiniere ucciso a Roma, la lettera di Natale Hjorth alla madre: “Scusami, nessuno è perfetto”

Immagine di copertina
Foto: Natale Hjorth e la lettera alla madre

Nella missiva dei mesi scorsi il giovane americano accusato di omicidio parlava dei suoi comportamenti

Carabiniere ucciso a Roma, la lettera di Natale Hjorth alla madre

Spunta una lettera di Gabriel Natale Hjorth, il ragazzo americano in carcere con l’accusa di aver ucciso a Roma il carabiniere Mario Cerciello Rega la notte tra il 25 e il 26 luglio scorso, in cui il giovane chiede scusa alla madre per aver scatenato una rissa. Il giovane ha scritto alla donna nei mesi scorsi, per chiederle scusa dei suoi comportamenti.

“Cara mamma, voglio scusarmi ancora per la rissa che ho scatenato l’ultima volta che sono stato qui. Mi pento veramente di quello che ho detto e per il modo in cui mi sono comportato nei tuoi confronti”, è il messaggio del ventenne.

> Carabiniere ucciso a Roma, la chat tra i ragazzi americani e Sergio Brugiatelli: “Devi venire da solo”

La lettera di natale Hjorth alla madre è stata depositata in vista dell’udienza davanti al tribunale del Riesame che era fissata per oggi ma a cui i difensori del giovane accusato di concorso nell’omicidio del vicebrigadiere dei carabinieri Cerciello Rega hanno rinunciato.

“Nessuno è perfetto – proseguiva il giovane nella missiva – e tu mi hai dato una mano più di ogni altro in questa famiglia. Mi dispiace molto aver sottolineato le tue pochissime imperfezioni, specialmente perché io ne ho così tante. Ti amo con tutto il cuore e un giorno te lo dimostrerò completamente”, concludeva il californiano difeso dagli avvocato Francesco Petrelli e Fabio Alonzi.

> Il collega del carabiniere ucciso a Roma Andrea Varriale indagato per “violata consegna”

Il ragazzo americano resta in carcere

Natale Hjorth è accusato di concorso in omicidio assieme a Finningan Lee Elder. Natale resta in carcere dopo aver rinunciato all’udienza del Riesame (che avrebbe dovuto valutare la sua istanza di scarcerazione). “Una decisione – ha spiegato l’avvocato Francesco Petrelli – perché la Procura ha depositato nuovi atti al ridosso dell’udienza e il nostro assistito ne ha avuto conoscenza dalla tv. La Procura inoltre ci ha comunicato che c’è ancora attività istruttoria in corso e noi a serve tempo per analizzare con i nostri consulenti i documenti agli atti”.

La difesa fa riferimento anche ai risultati preliminari dell’attività del Ris che ha individuato impronte di Natale sul pannello del controsoffitto della stanza dell’albergo dove alloggiava con Elder e dove è stato nascosto il coltello utilizzato per colpire il carabiniere.

L’avvocato Massimo Ferrandino, intanto, legale della famiglia del vicebrigadiere Mario Cerciello, ha commentato così la decisione dei difensori di Natale Hjorth di rinunciare all’udienza del Riesame: “La difesa di Natale ha rinunciato a proseguire sulla strada del Riesame, evidentemente c’erano elementi consistenti. Le impronte sono state abbastanza rilevanti, ha pesato un po’ tutto. Facciamo terminare l’ottimo lavoro che sta portando avanti la Procura di Roma”.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 16.632 casi e 75 morti: tasso di positività al 2,6%
Cronaca / Chi è Guido Russo, il dentista No vax di Biella con il braccio in silicone: “Dovevo lavorare”
Cronaca / Milano, Gaia Romani cambia la targa di “assessore” con “assessora”: “Si parte dalle piccole cose”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 16.632 casi e 75 morti: tasso di positività al 2,6%
Cronaca / Chi è Guido Russo, il dentista No vax di Biella con il braccio in silicone: “Dovevo lavorare”
Cronaca / Milano, Gaia Romani cambia la targa di “assessore” con “assessora”: “Si parte dalle piccole cose”
Cronaca / Il conduttore di X Factor Ludovico Tersigni indagato per diffamazione dopo un post su Instagram
Cronaca / Eitan è tornato in Italia, 84 giorni dopo il sequestro: “Felice di essere a casa”
Cronaca / Covid, oggi 17.030 casi e 74 morti: tasso di positività al 2,9%
Cronaca / Lo spot sul Parmigiano Reggiano fa arrabbiare il web: “Sfruttamento del lavoro”. L’azienda: “Lo cambieremo”
Cronaca / Covid: Bolzano in zona gialla da lunedì, cinque regioni a rischio entro Natale
Cronaca / “Noi studenti schiavi della lode”
Cronaca / “La biblioteca che batte l’algoritmo”: intervista a Maranesi, il rettore più giovane d’Italia