Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 20:08
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

La protesta dei canapa shop davanti al Mise: “Salvini studi, questa pianta può risollevare l’economia italiana”

Cannabis light protesta commercianti – Una sentenza della Cassazione tardiva e contestata. 30mila imprenditori a rischio bancarotta. Un giro d’affari da centinaia di milioni di euro. E una pianta “miracolosa”, il cui uso continua a far discutere. Eccoli qua i motivi del sit-in “La canapa ci unisce”, organizzato davanti al Ministero dello Sviluppo economico (Mise) dai lavoratori del settore cannabis light.

La Cassazione: “È reato vendere la cannabis light”

Domenico Bernardini è uno dei più anziani: “Quella della Cannabis light è una storia italiana”, spiega a TPI. “Smettiamo di criminalizzarla”. L’ideatore del primo museo italiano sulla Canapa ce l’ha col vicepremier leghista e ministro dell’Interno, Matteo Salvini, reo di aver assestato un colpo quasi mortale a un business inventato proprio nel nostro paese, che stava crescendo a ritmi vertiginosi.

Di fianco a lui c’è Carlo Monaco, fondatore del Canapa Caffè di Roma. Anche lui ha qualcosa da dire al ministro dell’Interno: “Questa pianta fa parte della nostra cultura. Se Salvini ci tiene tanto al popolo italiano studiasse un pochino. Capirebbe che questa pianta – se sfruttata a dovere – potrebbe risollevare interamente la nostra economia”.

Che cos’è la cannabis light e perché sta facendo discutere

Cosa sono e che cosa vendono i negozi di cannabis light?

Che differenza c’è tra cannabis light e marijuana

Cannabis light protesta commercianti

Cannabis light protesta commercianti –  I numeri in effetti, erano quelli di un vero e proprio boom. Secondo alcune stime effettuate da Coldiretti, solo nel 2018 il fatturato di settore si aggirava attorno ai 150 milioni di euro, contro i 40 dell’anno precedente, con migliaia di esercizi sparsi in tutta Italia.

D’altronde, spiega a TPI l’ex viceministro dell’economia Stefano Fassina quella dei cannabis shop è “la classica operazione di mercato ‘win win’: vincono gli imprenditori, vincono i consumatori, perdono solo il mercato nero e la criminalità organizzata. Sarebbe una sciagura porre fine a tutto questo”.

Sullo sfondo, c’è poi il paradosso: “So che ci sono aziende che nel 2017 (anno della legge sulla canapa industriale ndr) hanno fatto richiesta di microcredito alla Cassa Depositi e prestiti per aprire i negozi, e si sono visti erogare questi fondi di garanzia”, spiega Ivan Coppola, titolare di canapa shop. “E oggi si ritrovano a rischio chiusura”. Tradotto: prima lo Stato ha finanziato queste imprese. E ora, salvo ulteriori colpi di scena, sarà lui stesso a farle chiudere.

Altro che cannabis, la vera emergenza in Italia è l’alcol: 435mila morti in 10 anni

Società farmaceutiche, produttori di alcolici: ecco chi c’è dietro al no alla cannabis legale

“Noi, commercianti di cannabis light: ben vengano i controlli ma lo Stato deve chiarire cosa è legale e cosa illegale”

“Non siamo criminali, siamo lavoratori che pagano le tasse”: il reportage di TPI nei canapa shop romani

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 2.983 casi e 14 morti: tasso di positività allo 0,6%
Cronaca / I sindacati scendono in piazza dopo l’assalto alla Cgil. Landini: "Le organizzazioni fasciste devono essere sciolte"
Cronaca / Green Pass, l’Italia non si blocca: proteste in tutto il Paese contro l’obbligo sul luogo di lavoro, ma senza disagi
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 2.983 casi e 14 morti: tasso di positività allo 0,6%
Cronaca / I sindacati scendono in piazza dopo l’assalto alla Cgil. Landini: "Le organizzazioni fasciste devono essere sciolte"
Cronaca / Green Pass, l’Italia non si blocca: proteste in tutto il Paese contro l’obbligo sul luogo di lavoro, ma senza disagi
Cronaca / Covid, oggi 2.732 casi e 42 morti: il bollettino del 15 ottobre 2021
Cronaca / Due gemelli cambiano sesso lo stesso giorno: Giulio e Guido sono Giulia e Gaia
Cronaca / Addio ad Alitalia, nasce Ita Airways: nuovo logo, aerei azzurri e tricolore sulla coda
Cronaca / Green Pass, i no vax Barillari e Cunial occupano gli uffici della Regione Lazio
Cronaca / Green Pass obbligatorio, ma i tamponi non bastano per tutti i lavoratori
Cronaca / I No Pass non fermano l'Italia: niente blocco a Trieste
Cronaca / Lo storico Emilio Gentile a TPI: “Sciogliere Forza Nuova? Attenzione all’effetto martirio”