Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 20:04
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Torino, è morto il bambino che si ustionò dopo un esperimento di scienze a casa

Immagine di copertina

Si ustionò dopo un esperimento di scienze a casa: morto bambino di 10 anni

Non ce l’ha fatta il bambino di 10 anni che un mese fa si ustionò dopo aver condotto un esperimento di scienze a casa. La tragica vicenda è avvenuta nell’abitazione del bambino a Collegno, Torino. Il piccolo Riccardo Celoria aveva riportato lo scorso 27 maggio delle ustioni sul 60% del corpo ed era stato ricoverato in rianimazione all’ospedale infantile Regina Margherita della città. Il bambino stava conducendo un esperimento di scienze tra le mura di casa. A chiamare i soccorsi è stata la mamma di Riccardo, che ha provato a domare le fiamme (scatenatesi a causa dell’esperimento). Il bambino stava riproducendo a casa l’esperimento noto come il Serpente del Faraone, una miscela di bicarbonato, sabbia, zucchero e alcol.

Sin da subito, le condizioni del bambino sono apparse critiche e, nonostante i soccorsi immediati e i tentativi di domare le fiamme da parte della mamma e del vicino di casa, il bambino non ce l’ha fatta e, dopo un mese di agonia, si è spento questa mattina all’ospedale Regina Margherita.

Il sindaco di Collegno ha dichiarato: “Tutta Collegno, la scuola, gli amici, parrocchia e compagni di oratorio, la comunità intera ha sperato e pregato per Riccardo. Abbiamo atteso con fiducia tutte le operazioni e i bollettini medici. Ora ci vuole silenzio e l’abbraccio affettuoso ai genitori. Riccardo però ci ha insegnato che non bisogna seguire cattivi consigli, il web che ormai è un mondo sconfinato, nasconde pericoli che dobbiamo tutti comprendere e riconoscere per difenderci. Per questo dichiareremo il giorno delle esequie, il lutto cittadino, che il sacrificio di Richi serva a tutti noi per innalzare la soglia delle attenzioni. Ricordiamoci sempre che ciascuno con le proprie azioni e i propri messaggi può lavorare per il bene e per il male dell’umanità”.

Riccardo ha subito diverse operazioni, ma non ha mai lasciato il reparto di rianimazione. In procura è stato aperto un fascicolo, attualmente senza indagati.

Leggi anche:

1. Prova esperimento di scienze a casa, bambino riporta ustioni sul 60 per cento del corpo: è grave / 2. Torino, uccise il padre per difendere la madre: il 18enne Alex ha sostenuto la maturità

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Moncalieri, fanno sesso su un prato in un luogo pubblico: lei viene multata per 10mila euro, lui no
Cronaca / Covid, oggi 7.852 casi e 262 morti
Cronaca / Caos vaccini: Pfizer smentisce Figliuolo, ma Cts ed Ema danno ragione al generale
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Moncalieri, fanno sesso su un prato in un luogo pubblico: lei viene multata per 10mila euro, lui no
Cronaca / Covid, oggi 7.852 casi e 262 morti
Cronaca / Caos vaccini: Pfizer smentisce Figliuolo, ma Cts ed Ema danno ragione al generale
Cronaca / Il figlio di Costacurta e Colombari: “Sono stato picchiato dalla polizia, mi hanno perforato un timpano”
Cronaca / Turismo vaccinale a San Marino da lunedì 17 maggio: “50 euro per la doppia dose di Sputnik”
Cronaca / “La pandemia poteva essere evitata”: l’inchiesta indipendente che riscrive la storia del Covid
Cronaca / Napoli, carabiniere prende a calci un ragazzo che aveva violato il coprifuoco
Cronaca / La moglie di Beppe Grillo: "Quella notte non ho sentito nulla di anomalo"
Cronaca / “All’inizio sembrava che non volesse”: le chat di Ciro Grillo e gli amici accusati di stupro
Cronaca / Somministrate 24.8 milioni di dosi