Covid ultime 24h
casi +20.709
deceduti +684
tamponi +207.143
terapie intensive -47

L’esilarante autocertificazione fake per i “congiunti”: dalla data di fidanzamento alla consegna dell’anello

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 28 Apr. 2020 alle 15:27 Aggiornato il 28 Apr. 2020 alle 15:29
128
Immagine di copertina

Coronavirus, la nuova autodichiarazione ironica sui congiunti

Sui social impazza la nuova (finta) autocertificazione per gli spostamenti dal 4 maggio. Dopo il pasticcio iniziale sulla parola “congiunti” dell’ultimo Dpcm diffuso dal premier Giuseppe Conte, il governo ha chiarito che il termine include “parenti, affini, coniugi, conviventi, ma anche fidanzati e affetti stabili“. Ma cosa si intende per “rapporti stabili” si chiedono gli utenti social. Chi definisce se un rapporto è stabile. Dopo quanto tempo o dopo quali prove un affetto si può considerare tale? Così nel nuovo modulo di autocertificazione ironico viene chiesta la data del fidanzamento e la consegna o meno dell’anello di fidanzamento. E tra le opzioni da spuntare c’è anche quella di uscire di casa per “andarci a provare se mi lasciate andare”.

autocertificazione

Leggi anche: 1. Coronavirus, “I nostri meme su Conte strappano un sorriso ai medici che curano i pazienti giorno e notte”/ 2. Coronavirus, la gaffe del premier Conte sulla Pasqua: critiche sui social | VIDEO

128
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.