Covid ultime 24h
casi +16.310
deceduti +475
tamponi +260.704
terapie intensive -2

Anna Wintour risponde alle critiche sulla copertina di Vogue con Kamala Harris

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 12 Gen. 2021 alle 19:19
20
Immagine di copertina
La direttrice Anna Wintour e la vicepresidente Kamala Harris sulla copertina di Vogue

La storica direttrice di Vogue, Anna Wintour, ha risposto alle polemiche sulla copertina della rivista, da lei diretta, dedicata alla vicepresidente eletta Kamala Harris. La scelta di utilizzare la foto dell’ex senatrice della California in abiti sportivi (Converse All Star e giacca nera) non è stata accolta con favore dalla critica. La copertina è stata infatti giudicata “irrispettosa”. Ma non solo. Altri detrattori sostengono anche che nella foto Kamala Harris avesse la “pelle troppo chiara”, come se fosse stata schiarita con Photoshop e che lo scatto del celebre fotografo Tyler Mitchell (lo stesso che nel 2018 aveva immortalato per il magazine Beyoncé, ndr) fosse di bassa qualità.

Pare anche che la foto sia stata scelta contro i desideri di Kamala Harris, che – secondo quanto riferito – avrebbe concordato l’altro scatto, quello in cui indossa il taiuller e la spilla con la bandiera americana appuntata al bavero. Foto che, al contrario, è stata scelta dalla rivista come copertina della versione digitale di Vogue. In una dichiarazione al New York Times, Anna Wintour ha difeso la scelta del suo giornale: “Abbiamo visto e sentito le reazioni alla copertina di Kamala Harris. Voglio solo ribadire che non era assolutamente nostra intenzione, in alcun modo, sminuire l’importanza della vicepresidente”. Rispetto alle copertine passate dedicate a Hillary Clinton e Michelle Obama, quella con la Harris è stata considerata troppo casual. Il critico di moda del Washington Post, Robin Givhan, ha scritto che la foto “non ha dato il dovuto rispetto a Kamala Harris. È troppo sportiva. Vogue ha esagerato”. Anna Wintour ha negato anche che lo staff di Kamala Harris e Vogue fossero d’accordo sull’immagine finale. “Non c’era un accordo formale su quale sarebbe stata la scelta della copertina”, ha detto la direttrice.

In una nota, Vogue ha dichiarato al Guardian: “Abbiamo collaborato a stretto contatto su tutte le decisioni creative, incluso il fatto che la vicepresidente si sarebbe scelta gli abiti da sola per gli scatti, ed entrambi i look sono stati selezionati dal suo team. Vogue ha poi selezionato la foto per la copertina cartacea del magazine che abbiamo ritenuto catturasse al meglio il suo ottimismo, la sua personalità e autenticità”. La rivista ha poi smentito di aver schiarito la pelle di Kamala Harris dopo la seduta fotografica.

Leggi anche: 1. Kamala Harris su Vogue, le critiche per la copertina: “Irrispettosa”; // 2. La storica direttrice di Vogue lancia il corso online “Come diventare boss”; // 3.  Kamala Harris entra nella storia: è la prima donna (nera e asiatica) a diventare vicepresidente degli Usa

20
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.