Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 21:56
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Ambiente

Bari, flashmob per il clima: ragazzi in protesta con le coperte dei migranti

Immagine di copertina
Credits: Frame dal video di Repubblica/ Gedi Digital

Bari, flashmob per il clima: ragazzi in protesta con le coperte dei migranti

A Bari un gruppo di ragazzi del Liceo Socrate è sceso in piazza per il clima munito delle coperte isotermiche che i volontari forniscono ai migranti al momento dello sbarco. Cambiamento climatico e questione migratoria, due fenomeni che il flashmob di una settantina di liceali mette visivamente in relazione, sottolineando lo stretto rapporto tra questi due problemi.

Il 25 settembre, di primo mattino, i ragazzi sono arrivati in piazza del Ferrarese, a poche centinaia di metri dal mare, e hanno aperto insieme i grandi teli plastificati color oro. Poi si sono avvolti nelle coperte e si sono seduti a terra in silenzio.

clima bari migranti flashmob
I ragazzi del liceo Socrate di Bari con in mano le coperte isotermiche dei migranti
Credits: Twitter/Volontari nel mondo

Al collo dei fili di luci bianche al led simili a quelle utilizzate per le decorazioni natalizie, a simboleggiare le piccole torce che illuminano gli sbarchi notturni o che segnalano la presenza dei migranti.

In piedi un’altra fila di ragazzi agita dei grandi teli di stoffa blu: sono le onde del mare. Indossano tutti una maglietta bianca con sopra scritto “#Milon”, in ricordo del ragazzo bengalese arrivato in Italia dalla Libia alle’età di vent’anni, a cui il tribunale dell’Aquila nel 2018 ha riconosciuto la protezione umanitaria “per le calamità naturali che hanno devastato il Bangladesh”.

L’azione è stata promossa dalla Onlus Isola della sostenibilità, che in questo modo ha voluto accendere i riflettori su come il cambiamento climatico influisca sui flussi migratori.

La loro protesta si è tenuta durante la settimana per il clima dal 20 al 27 settembre, lanciata da Greta Thunberg a New York, in concomitanza con l’Assemblea generale delle Nazioni Unite, e culminata con lo sciopero globale di oggi, che ha portato in piazza migliaia di ragazzi in tutto il mondo.

Friday for future: milioni di studenti in tutto il mondo in piazza per il terzo sciopero globale per il clima

Ti potrebbe interessare
Ambiente / WWF, il primo Climate Wall per “metterci la faccia” contro la crisi climatica
Ambiente / Clima, l’appello di Draghi ai leader mondiali: “Bisogna agire subito, non c’è più tempo”
Ambiente / Mattanza di delfini alle isole Faroe per la tradizionale caccia Grindadrap
Ti potrebbe interessare
Ambiente / WWF, il primo Climate Wall per “metterci la faccia” contro la crisi climatica
Ambiente / Clima, l’appello di Draghi ai leader mondiali: “Bisogna agire subito, non c’è più tempo”
Ambiente / Mattanza di delfini alle isole Faroe per la tradizionale caccia Grindadrap
Ambiente / Crisi climatica: negli ultimi 40 anni sono raddoppiati i giorni con temperature superiori a 50°
Ambiente / Record di attivisti ambientali uccisi nel 2020: morti per difendere il Pianeta
Ambiente / Emergenza rifiuti: “Tra un anno e mezzo le discariche del Sud saranno piene”
Ambiente / L’inquinamento uccide più del fumo, degli incidenti stradali e delle guerre: toglie due anni di vita
Ambiente / Le università di Berlino bandiscono la carne dalla mense: “È una scelta rispettosa per il clima”
Ambiente / L’incoerenza dei fondi green: tra gli investitori ci sono le grandi società inquinanti
Ambiente / Un miliardo di bambini è esposto a rischi “estremamente alti” per la crisi climatica