Me

Va in cucina di notte e si trova faccia a faccia con un alligatore di tre metri | VIDEO

Alligatore tre metri | Aggressione 

Alligatore tre metri – Trovarsi all’improvviso un alligatore davanti. Non è fantasia, ma è successo davvero negli Stati Uniti. Immaginate di essere a casa vostra. È notte fonda e vi svegliate perché, magari, avete bisogno di un bicchiere d’acqua. Allora, ancora mezzi addormentati, inforcate le ciabatte e, al buio, andate sicuri verso la cucina.

Questo è quello che deve aver fatto una signora di mezza età nella sua casa di Clearwater, ridente cittadina della Florida ad ovest di Tampa. Soltanto che, una volta entrata in cucina, si è trovata di fronte un grosso alligatore affamato. Entrato chissà come e da chissà dove, se ne stava lì, in mezzo alla sala, dove rovistava dappertutto in cerca di cibo.

> Una donna in Florida è stata aggredita da un alligatore

Alligatore tre metri | Video

Le urla, in casi come questi, partono in automatico, almeno dopo un breve momento che ti serve per trovare il fiato. Nel frattempo, il grosso alligatore, lungo oltre tre metri, per nulla intimorito, era rimasto immobile, con la bocca aperta, quasi che si aspettasse un succulento bocconcino.

La donna, dopo essersi ripresa dallo shock, avrebbe chiamato aiuto telefonando alla locale polizia che, immediatamente intervenuta, dopo aver scattato qualche immagine del grosso rettile, si sarebbe data da fare per catturare l’alligatore e liberare, finalmente, la cucina.

> Una ragazza ha festeggiato la sua laurea con il suo amico alligatore di oltre 4 metri

Così, dopo un po’, tutto sarebbe tornato alla normalità. L’alligatore, catturato, sarebbe stato reintrodotto in natura e la coraggiosa signora, dopo aver rimesso a posto tutto quel disastro, sarebbe tornata a letto. Forse con una buona scorta d’acqua sul comodino. Perché non si sa mai.

In Florida gli attacchi degli alligatori non sono una novità: lo scorso anno, una donna americana è stata divorata.

Si trattava di Shizuka Matsuki, 47 anni, è stata uccisa a Davie, località a cinque miglia di distanza dalla sua città Plantation, vicino al Seminole Hard Rock Hotel & Casino, una grande attrazione turistica e di intrattenimento di Miami.

Un testimone ha poi raccontato alle autorità di aver visto la donna camminare vicino al lago con i suoi due cani salvo però poco dopo aver notato i due animali da soli che abbaiavano vicino all’acqua. Matsuki infatti era sparita nel nulla.

Nelle ore successive, un alligatore di oltre sei metri – sospettato di aver attaccato la donna – è stato intrappolato e ucciso. All’interno dello stomaco è stato poi trovato un braccio appartenente a Matsuki, riconosciuto tramite un tatuaggio. Il corpo della donna è stato invece ritrovato all’interno del lago.

Il pericolo di attacchi da parte degli alligatori viene spesso annunciato dal governo federale e dai media. L’amministrazione locale (Isla de Sol Homeowners Association in Plantation) avvisa sempre i residenti della zona con diverse mail.

> La storia della bisnonna che ha ucciso l’alligatore che aveva divorato il suo cavallino