Me

La Juventus dei record è campione d’Italia: ottavo scudetto consecutivo

Immagine di copertina
Juventus campione d'Italia 2018/19. Credit: Afp/Matteo Bottanelli/NurPhoto

JUVENTUS SCUDETTO – La Juventus entra sempre più nella storia del calcio italiano. Grazie alla vittoria per 2-1 sulla Fiorentina i bianconeri sono campioni d’Italia 2018/2019: si tratta dell’ottavo successo consecutivo, un record assoluto non solo nel nostro paese, ma in tutti i massimi campionati europei.

Lo scudetto è arrivato con grandissimo anticipo, alla 33esima giornata. Un risultato che nel corso dell’intera stagione non è mai stato in discussione. Merito di una squadra che si è rivelata una vera e propria corazzata, rimpolpata quest’anno dall’arrivo di Cristiano Ronaldo, non proprio uno qualunque. E aiutata anche dall’effettiva mancanza di concorrenza in campionato.

Le due squadre che dovevano essere l’anti-Juve, cioè Napoli e Inter, non sono mai riuscite infatti a impensierire davvero i bianconeri. I primi, nonostante l’arrivo in panchina di un’istituzione del calcio nostrano come Carlo Ancelotti, non sono riusciti a fare un salto di qualità; i secondi, invece, si sono inceppati a causa probabilmente delle eccessive aspettative. Senza parlare del tanto discusso caso Mauro Icardi.

Ad approfittarne di tutta questa situazione, come nelle ultime otto stagioni, è stata ancora una volta la Juventus. I bianconeri, nell’albo d’oro della nostra Serie A, salgono così a 35 scudetti vinti.

“Otto anni fa – ha ammesso il vicepresidente della Juventus, Pavel Nedved – non avrei mai pensato a un percorso del genere, è una cosa molto rara che difficilmente si potrà ripetere. Soprattutto in Italia”.

Juventus, uno scudetto da record | I numeri

Alla vigilia di Juventus-Fiorentina, che ha assegnato lo scudetto, i bianconeri erano arrivati con 17 punti di vantaggio sul Napoli. Una cosa mai vista in Serie A, da quando la vittoria vale tre punti.

Che questa stagione fosse quella dei record, del resto, si era già intuito alla fine del girone d’andata, quando la squadra di Allegri ha ottenuto il record di punti in un girone, battendo se stessa: 17 vittorie e solo 2 pareggi, per un totale di 53 punti. Roba da alieni.

Ma non finiscono qui i record a disposizione della corazzata bianconera: c’è ancora quello dei punti stagionali, che spetta già alla Juventus (di Antonio Conte), che nel 2013/2014 mise insieme 102 punti totali. Dopo 32 partite, quest’anno, Allegri ha totalizzato 84 punti. Nelle rimanenti sei giornate sono a disposizione altri 18 punti: per la Juve ci sono tutti gli estremi per eguagliare se stessa.

Juventus, la Champions League resta un sogno

A rovinare la festa scudetto c’è però la fresca delusione per l’eliminazione dalla Champions League, vero obiettivo stagionale dei bianconeri, arrivata martedì per mano dell’Ajax.

Ma mister Allegri non vuole sentir parlare di annata negativa e ha sottolineato che lo scudetto, traguardo mai banale, va festeggiato, eccome.

“Penso sia motivo di orgoglio essere tifoso di una squadra che fa questo tipo di numeri”, ha detto il tecnico alla vigilia della partita con la Fiorentina. “Mi aspetto una festa, perché la Champions non si può più cambiare ormai. Venire allo stadio ed essere negativi, magari senza festeggiare, sarebbe da folli e penso sia sbagliato. Un trofeo vinto è sempre da celebrare.”