Me

Riace, il sindaco Mimmo Lucano rinviato a giudizio

Immagine di copertina

Mimmo Lucano rinviato a giudizio – L’11 aprile 2019 il sindaco di Riace, Mimmo Lucano, è stato rinviato a giudizio.

Il primo cittadino sospeso andrà quindi a processo: l’avvocato di Lucano aveva chiesto il non luogo a procedere.

La sentenza del Gup di Locri era attesa da giorni dopo che il 2 aprile i giudici della Cassazione avevano stabilito che il primo cittadino non ha mai favorito matrimoni di comodo tra cittadini di Riace e migranti ed escluso l’esistenza di frodi negli appalti della gestione dei rifiuti del Comune.

In sintesi, la Cassazione ha affermato che il sindaco di Riace non ha avuto alcun vantaggio economico nell’affidamento degli appalti legati alla raccolta differenziata, così come non ha favorito alcun matrimonio di comodo tra migranti e cittadini di Riace.

La prima udienza del processo è fissata per l’11 giugno prossimo a Locri.

Lucano è sottoposto al provvedimento di divieto di dimora nel comune di Riace in attesa del pronunciamento del Riesame dopo l’annullamento con rinvio disposto dalla Cassazione.