Me

Clienti filmati di nascosto in albergo mentre facevano sesso: centinaia di video finiti su siti porno

È successo in Corea del Sud: oltre 1600 le persone coinvolte a loro insaputa

Immagine di copertina
Credits: South Corea National Police Agency

Più di 1.600 persone sarebbero state filmate di nascosto durante i loro momenti di intimità in alcune camere di hotel della Corea del Sud. Lo ha reso noto la polizia coreana che ha scoperto dove le telecamere era state celate tra prese di corrente, televisioni, asciugacapelli. Luoghi impensabili che hanno permesso ai colpevoli di agire indisturbati.

Centinaia di coppie sono state così riprese durante i momenti di intimità o mentre facevano sesso: i filmati poi sarebbero finiti in rete su siti pornografici, alcuni addirittura trasmessi in diretta streaming.

A finire in arresto state quattro persone che ora rischiano fino a sette anni di galera. Dieci gli alberghi coinvolti in questo traffico illecito.

I “furbetti della telecamera” avrebbero intascato circa 5mila euro per i video incriminati. In Corea del Sud non è la prima volta che vengono alla luce fatti di questo tipo: come raccontato dall’americana “CNN“, lo scorso anno migliaia di donne sono scese in piazza per protestare contro la pratica di filmare le persone senza il loro consenso al grido di “My Life Is Not Your Porn” (“La mia vita non è il tuo porno”).

Mondiali, il ct della Corea del Sud ha fatto scambiare le maglie ai suoi giocatori per confondere gli avversari

La Corea del Sud bandisce il caffè in tutte le scuole