Me

Maturità, la gaffe del Miur: confusi i personaggi nella simulazione della seconda prova di latino

L'errore non è sfuggito agli studenti

Immagine di copertina
La simulazione della traccia di latino

Il Miur – il ministero dell’Istruzione – ha commesso un errore vistoso nelle simulazioni per l’esame di Maturità. Il 28 febbraio 2019 ha sì pubblicato i “fac-simile” della seconda prova per tutti gli indirizzi di studio, ma non è riuscito a evitare uno scivolone nel test di latino. Come ha riportato il quotidiano Corriere della sera, nella traccia di latino proposta dal Miur era presente un riferimento a “Livia Drusilla, nuora dell’imperatore”.

La Livia in questione, però, non era la nuora di Augusto: la gentildonna romana era la moglie dell’imperatore e madre di Tiberio e di Druso maggiore. Il ministero, quindi, ha confuso Livia con un’altra donna, Lavilla, nipote di Livia.

Un errore che non è passato inosservato agli occhi dei docenti e degli studenti, alle prese con una prova – contestata – complicata.

La seconda prova della Maturità 2019

La seconda prova, rispetto al passato, è decisamente cambiata: nel 2019 riguarderà due discipline che caratterizzano il corso di studi che ci si accinge a terminare e non più solo una come in precedenza.

LEGGI ANCHE: Tutte le novità della Maturità 2019

Le commissioni avranno poi a disposizione dei parametri nazionali per garantire una correzione più omogenea ed equa: ai commissari saranno fornite delle apposite griglie per la correzione delle diverse prove.

LEGGI ANCHE: Tutte le tracce della prima simulazione

Le materie della seconda prova d’esame sono state pubblicate il 18 gennaio 2019 e hanno confermato le modifiche annunciate in precedenza dal Ministero.

Per il liceo classico la prova sarà sia latino che greco, mentre matematica e fisica per lo scientifico.

Scienze umane, diritto ed economia politica sono state invece scelte per il liceo delle scienze umane indirizzo economico sociale; mentre informatica e sistemi e reti sono le materie selezionate per l’istituto tecnico indirizzo informatico.

Scienza della cultura dell’alimentazione e laboratorio di sevizi enogastronomici per l’istituto per i servizi di enogastronomia ed economia agraria e dello sviluppo territoriale e valorizzazione delle attività di produttive e legislazione di settore per l’istituto professionale per l’agricoltura.

LEGGI ANCHESimulazioni seconda prova dell’esame di maturità: le tracce