Me

Il direttore di Libero prova a spiegare la prima pagina su gay e Pil in tv, ma l’argomentazione è un flop

Pietro Senaldi, direttore del quotidiano Libero, ha provato a spiegare in diretta tv il contestato titolo in prima pagina del suo giornale “Calano Pil e fatturato Ma aumentano i gay”.

Il titolo shock di Libero, che accostava il Pil alle persone che si dichiarano omosessuali, apparso il 23 gennaio in prima pagina ha scatenato polemiche ovunque. Nel mondo gay, tra gli sponsor del giornale (Ristora ha ritirato la sua pubblicità), e sui social.

Per la prima volta una delle reazioni è economica: il marchio di bevande solubili, Ristora, che fa capo all’azienda bresciana Prontofoods, ha chiesto al giornale diretto da Pietro Senaldi e Vittorio Feltri di non comparire più in prima pagina dopo il titolo pubblicato.

Il titolo nello specifico recitava “Calano fatturato e Pil, ma aumentano i gay”.

Nel programma in onda su La7, L’Aria che tira condotto da Mirta Merlino, il direttore di Libero Vittorio Feltri ha cercato in tutti i modi di giustificare la scelta: “È un titolo che riporta un dato, anzi due dati reali ed esistenti e ricevo da stamattina diversa polemiche. Noi per 10-20 anni abbiamo spinto tutti a fare outing, l’outing è stato fatto, il giornale lo registra e adesso è colpa del giornale che lo registra…”.

Le sue argomentazioni non hanno convinto né il pubblico in studio, né la conduttrice, né gli utenti che commentavano sui social da casa. Il titolo resta un insulto gratuito.