Me

Tragedia in discoteca ad Ancona: il video della calca e del crollo del ballatoio

Il video della calca fuori dalla discoteca di Corinaldo, dove nella notte 6 persone sono morte e altre 59 sono rimaste ferite:

Sei persone sono morte e oltre 50 sono rimaste ferite nella calca al concerto del rapper Sfera Ebbasta in una discoteca in provincia di Ancona, a Corinaldo. Il panico si è scatenato probabilmente a causa di uno spray urticante.

Il locale “Lanterna azzurra” era affollatissimo. A rimanere uccisi sono stati 5 ragazzi minorenni, tra i 14 e i 16 anni e una madre che accompagnava la figlia. I feriti gravi sono 13, 59 in tutto. I feriti riportano traumi e lesioni da schiacciamento.

Le vittime sono Asia Nasoni, 14 anni, di Senigallia; Daniele Pongetti, 16 anni, di Senigallia; Benedetta Vitali , 15 anni, di Fano; Matttia Orlandi, 15 anni, di Frontone; Emma Fabini, 14 anni, di Senigallia; ed Eleonora Girolimini, 39 anni, di Senigallia.

Sul luogo sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Ancona, Senigallia, Arcevia e Jesi.

La tragedia è avvenuta vicino una delle tre uscite di sicurezza del locale, su un ponticello che collega la discoteca al parcheggio. Alcuni ragazzi sono usciti di corsa e gli altri hanno iniziato a spingersi e si sono accalcati su quel ponticello, che per l’urto ha ceduto. Molti ragazzi sono finiti nel fossato sotto il ponticello, finendo schiacciati da altri.

“Stavamo ballando in attesa che cominciasse lo spettacolo di Sfera Ebbasta, quando abbiamo sentito un odore acre, siamo corsi verso una delle uscite di emergenza ma l’abbiamo trovata sbarrata, i buttafuori ci dicevano di rientrare…”, ha raccontato un testimone.

Il questore di Ancona, Oreste Capocasa, ha smentito che le porte di sicurezza fossero chiuse, aggiungendo che è ancora presto fare speculazioni su cause e responsabilità. “Una tragedia immane, ho il cuore spezzato”, ha detto al quotidiano locale Cronache Ancona.

I testimoni raccontano di “ragazzi che tossivano e avevano problemi respiratori”.

Gli investigatori stanno indagando sui numeri dei presenti: l’ipotesi investigativa è che il numero fosse superiore a quello consentito dalle norme di sicurezza. I titolari della discoteca sono stati già sentiti.

Qui tutti gli aggiornamenti.